nomadismo inutile

Rom di nuova generazione, i figli raccattano, i padri riposano

Obbligano i bambini, anche di 13-14 anni, a lavare i vetri delle auto, mentre gli adulti controllano beati dall'ombra di qualche pianta

Redazione
Rom di nuova generazione, i figli raccattano, i padri riposano

Foto d'archivio

Sono i padroni dei semafori e degli incroci più trafficati di Torino. Sono armati di secchio e spazzolone. L'acqua è nera, ma guai a rifiutare un lavaggio del vetro, rischi insulti e sputi. I lavavetri rom sono sempre al semaforo pronti a raggranellare qualche euro in cambio di una spazzolata al parabrezza. A contendersi le auto più nuove e belle, sono due, tre persone, ma a volte anche intere famiglie compaiono nelle ore di punta davanti agli automobilisti di passaggio, con tanto di bimbetti al seguito.

Un vero flagello per i cittadini, che da giorni sono costretti ad avere a che fare anche con dei ragazzini di 13-14 anni, sfruttati senza alcuna pietà dai genitori. E gli adulti? Loro, gli aguzzini, riposano all'ombra di qualche pianta o della fermata del bus, mentre i figli corrono sotto il sole a riscuotere l'obolo dal passante, puntando magari sulla tenera età per avere qualche moneta in più in mano.

Ai cittadini, già arrabbiati per le lunghe code, tocca anche discutere con i nomadi. E tutto perché i rom proprio non ne vogliono sapere di ricevere un no e il più delle volte tentano comunque di lavarti il vetro. Il trucco è sempre lo stesso, fingono di non conoscere l'italiano, nemmeno il "NO", e lavano il vetro comunque, facendo irritare la maggior parte degli automobilisti. Il tutto, sempre sotto lo sguardo da siesta, punitivo, dei genitori stesi all'ombra.

E quando i più piccoli hanno bisogno di riposare ecco che padri e fratelli tornano padroni degli incroci. Se l'automobilista ha un gesto di stizza, che spesso corrisponde anche ad un mancato pagamento, una spazzolata sul parabrezza arriva di sicuro. A volte non solo quella. Facendo indispettire, e non poco, lo sfortunato alla guida.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU