intifada dei coltelli

Truppe israeliane uccidono palestinese in Cisgiordania

Il giovane, assieme ad altri due ragazzi, stava lanciando sassi e bombe molotov contro le auto di passaggio a Ramallah

Alfredo Lissoni
Truppe israeliane uccidono palestinese in Cisgiordania

Foto ANSA

La chiamano intifada dei coltelli ed è iniziata lo scorso ottobre, da quando cioè i palestinesi hanno iniziato a prendersela con le auto dei coloni di passaggio in Cisgiordania. I "coltelli", nello specifico, sono il lancio di oggetti contundenti contro i finestrini delle vetture che, frantumandosi, feriscono chi guida. Solo che Israele non sta guardare. E così, truppe israliane in Cisgiordania hanno ucciso un giovane palestinese e ne hanno feriti altre due che lanciavano "sassi e bombe molotov" tra il villaggio di Beit Sira e Beit Ur nelle prime ore di martedì notte contro le auto di israeliani sull'autostrada 443 che passa accanto a Ramallah. Lo ha reso noto l'esercito israliano che ha giustificato come risposta per per proteggere gli israeliani.


L'autostrada 443 collega Tel Aviv a Gerusalemme passando attraverso la Cisgiordania. I media israeliani riferiscono di diversi veicoli colpiti e due autisti leggermente feriti dai vetri dei finestrini mandati in frantumi dai sassi lanciati dai palestinesi. Dallo scorso ottobre, data di inizio della nuova irrituale Intifada sono morti 209 palestinesi, 32 israeliani, 2 americani, un eritrro ed un sudanese. I negoziati di pace israelo-palestinesi, rilanciati dagli USA, sono ormai sospesi da aprile del 2014. Il 3 giugno scorso la Francia ha tentato di far ripartire i negoziati ma finora senza alcun risultato. Israele vuole trattative dirette con l'Anp senza mediazioni esterne.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU