nel cuore dell'africa nera

Scontri etnici nel Mali: 17 morti e 35 feriti

Il Governo ha dicharato lo stato d'emergenza dopo l'attacco terroristico ad un campo base militare a Nampala

Alfredo Lissoni
Scontri etnici nel Mali: 17 morti e 35 feriti

Il governo del Mali ha dichiarato giovedì lo stato d'emergenza, all'indomani di un attacco nel centro del Paese che ha provocato la morte di diciassette soldati e il ferimento di altri trentacinque. In una nota, il Governo di uno dei Paesi più poveri dell'Africa Nera (che ha però i soldi per comprare le armi) ha spiegato di aver proclamato un periodo di lutto nazionale "in omaggio alle vittime dell'attacco terroristico" a Nampala e che lo stato di emergenza resterà in vigore per "una durata di dieci giorni".


Il ministro della Difesa del Mali Tieman Coulibaly Hubert non ha detto quale gruppo terroristico sia responsabile della mattanza, anche se l'attacco al campo militare in Nampala è stato rivendicato da un gruppo di miliziani della comunità etnica Peul, che si fanno chiamare Alleanza Nazionale per la Protezione dei Peul - Identità e Restauro di giustizia. "Si è trattato di legittima difesa", ha fatto sapere il portavoce dei terroristi, Sidy Cisse, un comandante anziano, che ha aggiunto che tre dei suoi uomini sono stati feriti.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini

Flop grillino: Di Maio convoca i suoi, ma la piazza resta vuota
Comizio annullato per mancanza di pubblico

Flop grillino: Di Maio convoca i suoi, ma la piazza resta vuota

Corea del Nord: "La guerra è inevitabile"
e fu così che sparì pyongyang

Corea del Nord: "La guerra è inevitabile"

L'Europa odierna è sulla via del tramonto: come la vecchia Unione Sovietica
il piano segreto di Merkel, Macron e Juncker

Klaus: "L'immigrazione? Voluta ad arte per annientarci"

Terrore in Gran Bretagna: il principino nel mirino del jihad
l'isis contro il figlio di William e Kate

Terrore in Gran Bretagna: il principino nel mirino del jihad


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU