dopo il mazzo del baro, la lettera aperta

Referendum, il sindaco di Ascoli a Renzi: "No, caro Matteo. Ferisci il Paese"

"La nuova costituzione crea un danno irreparabile, l'impossibilità di ridare autonomia ai territori. È la fine della sussidiarieta"

Alfredo Lissoni
Referendum, sindaco piceno a Renzi: "No, caro Matteo. Ferisci il Paese"

Foto ANSA

Dal referendum costituzionale ai tagli ai Comuni, dalla spending review al difficile mestiere di sindaco, sempre più esposto alle intimidazioni. Sono solo alcuni dei temi attorno ai quali ruota la lettera aperta che il sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli ha scritto al premier Matteo Renzi. No, caro Matteo è il titolo dell'e-book (Edizioni d'Este) in cui il primo cittadino si rivolge direttamente al 'sindaco d'Italia'. Castelli, delegato ANCI, due anni fa era salito agli onori della cronaca per aver regalato un pacchetto di carte da gioco, il "mazzo del baro", al Premier. "Per fare il gioco delle tre carte", aveva detto provocatoriamente.


Adesso torna alla carica con una lettera aperta, che è anche un libro, nella quale Castelli rivendica l'autonomia dei Comuni, chiede di rimettere al centro le città, analizza "segnali" preoccupanti. A partire dal referendum costituzionale: "Voglio guardare questa riforma da sindaco", scrive Castelli, "e da sindaco dico che la Nuova costituzione crea una ferita indelebile nella possibilità di rafforzare quella relazione fondamentale tra cittadini e istituzioni. La ferita che si apre è quella dell'impossibilità di ridare autonomia ai territori. È la fine della sussidiarietà".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Albergatore offre ospitalità ai terremotati italiani? "Razzista!"
Intervista al titolare dell'Agriclub di Venaus

Albergatore offre ospitalità ai terremotati italiani? "Razzista!"

ROSICON CUP / Trump insediato, chi rosica di più?
Quelli che ancora non si rassegnano...

ROSICON CUP / Trump insediato, chi rosica di più?

Silvio bye-bye: "Se vai con Renzi ti molliamo"
Grossi guai per gli inciucioni

Silvio bye-bye: "Se vai con Renzi ti molliamo"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU