Cara di Mineo

Da Catania, Raffaele Cantone punta il dito contro l'appalto da cento milioni

“Quell'appalto, per come era stato strutturato, rendeva evidentissimo che era un abito cucito su misura. Peccato perché queste cose le avevamo dette prima delle inchieste"

Fabio Cantarella
Da Catania, Raffaele Cantone punta il dito contro l'appalto da cento milioni

“Quell'appalto, per come era stato strutturato, rendeva evidentissimo che era un abito cucito su misura".

A puntare il dito contro la gara da cento milioni di euro relativa alla gestione del Cara di Mineo è ancora una volta il presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone, oggi a Catania per la presentazione di un protocollo d’intesa per la legalità sulle misure di prevenzione e contrasto alla corruzione nella Pubblica amministrazione. "Quello del Cara di Mineo", ha aggiunto Raffaele Cantone, "per noi resta un piccolo punto di dispiacere, perché una serie di cose le avevamo dette prima. Forse se la stazione appaltante fosse intervenuta correggendo una serie di problemi, non si sarebbero trovati esistenti nel momento in cui sono intervenute le ordinanze cautelari”.  

Il riferimento di Raffaele Cantone è alle diverse inchieste giudiziarie che hanno poi investito la gestione del Cara di Mineo (è arrivato ad ospitare anche oltre 4mila migranti tutti assieme), il più grande centro d’accoglienza d’Europa, su tutte quella romana “Mafia Capitale” che ha passato sotto la lente d’ingrandimento l’appalto da cento milioni di euro citato da Cantone nel corso dell’incontro con i giornalisti. Sul centro d’accoglienza catanese pendono numerose altre inchieste giudiziarie, tra i tribunali di Catania e Caltagirone.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Albergatore offre ospitalità ai terremotati italiani? "Razzista!"
Intervista al titolare dell'Agriclub di Venaus

Albergatore offre ospitalità ai terremotati italiani? "Razzista!"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU