La Rai sotto controllo

Telerenzi, prove di ordinaria propaganda

Il premier al Tg1 si esibisce nella solita intervista priva di contraddittorio. Spavalderia e arroganza tra un buffetto alla minoranza interna e un attacco al M5S

Marco Dozio
Telerenzi, prove di ordinaria propaganda

Foto ANSA

Epurati i giornalisti liberi e critici, il padrone della televisione pubblica ora può pontificare ancor più allegro e spavaldo. Senza ostacoli e impicci democratici tra i piedi. Renzi ieri al Tg1 ha regalato un saggio di quanto ci aspetta da qui al referendum costituzionale. Propaganda martellante e unidirezionale. Ha ribadito che se perderà lascerà la politica: “È un modo di essere seri, io non sono come chi in passato si aggrappava alla poltrone”, quindi ha magnificato le proprietà taumaturgiche della riforma renzian-boschiana: “Il referendum è importantissimo: riduce di un terzo i parlamentari, mette un tetto agli stipendi dei consiglieri regionali, si dà finalmente stabilità all'Italia”, poi modestamente ci ha suggerito di essere orgogliosi del suo operato:“Gli italiani devono essere fieri che noi non siamo la casta ma in prima linea per cambiare l'Italia”.


Un buffetto all'innocua minoranza interna: "Stavo in pensiero che la minoranza non avesse un pensiero critico. Ma ad ottobre si fa un referendum sulla Costituzione e non sul congresso Pd". E un attacco al M5S: “Non rispondiamo alla Casaleggio associati, siamo una comunità che discute”. E soprattutto che pontifica dal Tg1 senza contradditorio.  

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Sta arrivando un bastimento carico di...e Salvini s'incazza
Nave norvegese di Ong francese in avvicinamento

Sta arrivando un bastimento carico di... e Salvini s'incazza

Praga, la Lega infiamma l'Spd
alla convention di tomio okamura

Praga, la Lega infiamma l'Spd

Salvini impiccato, protesta la Lega
la discutibile vignetta di staino

Salvini impiccato, protesta la Lega

Nuovo attacco alla Lega: imbrattata la sezione di Marcianise
continuano le intimidazioni, da nord a sud

Nuovo attacco alla Lega: imbrattata la sezione di Marcianise


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU