MATTEO SALVINI: L’UOMO CHE HA TRASFORMATO LA LEGA DA PARTITO DEL NORD A NAZIONALE

luca
MATTEO SALVINI: L’UOMO CHE HA TRASFORMATO LA LEGA DA PARTITO DEL NORD A NAZIONALE

Foto ANSA

Matteo Salvini è stato eletto segretario della lega a fine 2013, prendendo un partito al 4%. Infatti il segretario del carroccio per risollevare le sorti del partito cominciò ad apparire in diverse trasmissioni televisive per spiegare il programma di partito predisposto soprattutto sullo smantellamento della legge Fornero, la riduzione degli sbarchi degli immigrati clandestini, più sicurezza, la legittima difesa e non solo. La costante presenza nei social in particolare Facebook lo hanno reso visibile a una platea di pubblico ancora più ampia e avvicinandosi ai giovani pubblicando giornalmente molti post denunciando i problemi proponendo soluzioni e cosa non da poco rispondere alle domande degli utenti. Un altro punto a favore dell’attuale ministro dell’interno è stato la presenza costante nelle piazze con le persone che vivono la vita vera fatta di disoccupazione, disagi, precariato, insicurezza che anche se all’inizio a seguire il leader leghista nelle piazze c’erano ben poche persone, (anche se c’era una sola persona Matteo Salvini teneva il comizio) grazie alla sua costanza le persone aumentarono come anche il consenso. Finché non è arrivato il fatidico 4 marzo dove si sono svolte le elezioni politiche. La Lega ottenne il 17% più del triplo rispetto a 5 anni prima, confermandosi terzo partito dietro solo al M5s e PD partito uscente di governo in caduta libera. A giugno la Lega di Matteo Salvini firma un contratto di governo con il Movimento 5 Stelle di Di Maio. A differenza di altri politici che dopo le elezioni non si facevano più vedere, e non rispettavano le promesse fatte in campagna elettorale Salvini continua ancora oggi ad andare nelle piazze in mezzo alle persone e ha mantenuto le sue promesse prese con gli elettori. Ora il prossimo obbiettivo sono le europee del 2019, una data importante per riuscire a cambiare l'Europa una volta per tutte dai burocrati che impongono direttive folli, come togliere i dazi doganali dal riso cambogiano sfavorendo così i nostri produttori che hanno norme più severe o la misura delle vongole che deve essere di un certo numero di centimetri altrimenti si rischia una multa cosa che non avviene per i pescatori extra-ue che non sono tenuti a seguire questa normativa esportando tranquillamente in Europa. Insomma il 2019 sarà sicuramente un anno importante per il futuro dell’Europa.

31059 Zero Branco TV, Italia

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Rubavano in ville e case del Nord, arrestati tre albanesi
"risorse" all'opera per pagarci la pensione

Rubavano in ville e case del Nord, arrestati tre albanesi

Europee, proiezioni Pe: Lega primo partito!
Basate sui sondaggi nazionali

Europee, proiezioni Pe: Lega primo partito!

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU