anche i cittadini contrari

Moschea a Castano Primo. Lega sulle barricate

Cecchetti: "La legge regionale, che non è stata rispettata, prevede una serie di opere connesse al nuovo centro di preghiera a carico dell'associazione richiedente"

Alfredo Lissoni
Mosche a Castano Primo. Lega sulle barricate

La moschea a Castano Primo, nel milanese, non s'ha da fare. "Prima di tutto perché la cittadinanza è contraria e in secondo luogo perché, in base agli elementi che sono a nostra disposizione, la legge regionale sui luoghi di culto non è stata rispettata. Per questo chiederò alla Giunta regionale di intervenire per bloccare definitivamente questo progetto". Sale sulle barricate il vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia Fabrizio Cecchetti, della Lega. Che contesta vigorosamente l'apertura di un centro di preghiera islamico nella cittadina di 11mila abitanti.

"L'associazione Madni", ha spiegato Cecchetti, "ha chiesto di creare un luogo di culto e il comune, dopo l'approvazione della legge regionale, avrebbe dovuto definire il "piano delle attrezzature religiose" nel piano di governo del territorio che prevede una serie di opere connesse al nuovo centro di preghiera come parcheggi, strade di collegamento, servizi igienici e opere di urbanizzazione a carico dell'associazione richiedente. Inoltre la legge regionale parla chiaro e si riferisce anche agli immobili destinati a sedi di associazioni che hanno finalità religiose e tra gli scopi dell'associazione Madni c'è proprio l'insegnamento della religione islamica". "Per questi motivi", ha concluso Cecchetti, "il progetto va immediatamente fermato".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione rubando la democrazia ai cittadini
"si sta rubando la democrazia ai cittadini "

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione

È Palermo la città del No


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU