TERRORISMO ISLAMICO

Il sindacato di polizia: "Nessun paese può dirsi sicuro"

Dopo gli attentati a New York il portavoce sindacale delle Forze dell'Ordine, Antonio de Lieto, spiega: "Difficile che uno squilibrato avesse tecnica, disponibilità e mezzi, per confezionare due potenti ordigni"

Redazione
Foto ANSA

Ahmad Khan Rahami catturato in relazione alle esplosioni a New York e New Jersey

"La forte esplosione, nel cuore di New York, nel quartiere di Manhattan, ha posto in evidenza, se ve ne fosse stato bisogno, che nessun Paese è immune da gesti terroristici indipendentemente che siano opera di un singolo esaltato o di appartenenti ad organizzazioni terroristiche. Molti feriti e tanta paura, ma poteva andare anche peggio dal momento che è stato individuato un altro ordigno inesploso e prontamente disinnescato dagli artificieri". È quanto ha dichiarato il presidente nazionale del Libero sindacato di polizia (Lisipo/Selp), Antonio de Lieto.


"Difficile, continua de Lieto, che uno squilibrato o un cane sciolto avesse tecnica, disponibilità e mezzi, per confezionare e collocare due potenti ordigni, sia pure rudimentali. Questa esplosione si collega a un altro episodio, che ha visto protagonista un individuo che ha accoltellato diverse persone, su cui la Polizia sta indagando. Potrebbe essere un esaltato o un simpatizzante del variegato mondo delle sigle terroristiche".


"Nessun Paese può dirsi sicuro, ha continuato de Lieto, di fronte alla sfida del terrorismo, organizzato o meno, ed ecco perché tutti i Paesi del mondo devono avere un obiettivo comune: lotta, senza quartiere, e stretta collaborazione, contro tutte le forme di terrorismo. I fatti dimostrano, ha rimarcato il leader del Lisipo, che organizzazioni terroristiche, in varie parti del mondo, mettono in crisi governi, conquistano spezzoni di territorio ed evidenziano una capacità di colpire ovunque. L'egoismo di tanti Stati, di fronte a questa sfida, è assurdo e fuori dalla realtà, che serve all'Isis o ad altre sigle terroristiche per diventare sempre più arroganti e pericolose".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU