L'ISIS A CASA NOSTRA

Rinvio a giudizio per Monsef El Mkhayar, foreign fighter di Milano

Il marocchino 21enne è latitante; si troverebbe in Siria a combattere con le milizie del sedicente Stato Islamico

Redazione
Foto ANSA

Milizie dell'Isis

Il pm di Milano Piero Basilone ha chiesto il rinvio a giudizio per Monsef El Mkhayar, presunto foreign fighter marocchino di 21 anni accusato di terrorismo internazionale e destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare ma latitante, perché si troverebbe in Siria a combattere con le milizie del sedicente Stato Islamico. Dall'inchiesta, chiusa lo scorso luglio, è emerso un percorso di "progressiva radicalizzazione" da parte di Monsef ma anche dell'amico Tarik Aboulala, anche lui marocchino di 21 anni e che è morto nei mesi scorsi in un combattimento in Siria.

I due erano stati affidati nel 2010, da minorenni, alla comunità Kayros di Vimodrone (Milano) e da maggiorenni trasferiti in un appartamento a Milano. Finito in carcere per un mese nel 2013, una volta uscito Monsef, come ha scritto il gip Paolo Guidi, ha subito "un'ulteriore radicalizzazione" e ha convinto l'amico ad andare in Siria. Da là Tarik ha minacciato di "decapitazione" via WhatsApp un amico in Italia. Monsef, invece, via Facebook ha scritto che quando rientrerà si farà "esplodere". 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Matite indelebili: chiedeva trasparenza, è stata denunciata
cc in azione a san biagio di agrigento

Matite indelebili: elettrice protesta, finisce denunciata

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica
la lettera di un militante di palermo

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU