stravincono Zaia-Toti-De Luca

Regionali: verso un "tre a tre". In barba al covid

Il dato relativo alle forze di maggioranza evidenzia che il Pd non subisce la sconfitta preannunciata, mentre le Comunali non premiano i pentastellati

Redazione
Il voto al tempo del coronavirus. Le indicazioni del Viminale

Si profila un tre a tre alle elezioni Regionali. Con la dovuta cautela, trattandosi ancora di proiezioni, le urne sembrano confermare, con una netta vittoria sugli sfidanti, i governatori uscenti di Veneto, Liguria e Campania, il leghista Luca Zaia (per lui un vero plebiscito, ben oltre il 70%), il candidato del centrodestra Giovanni Toti (oltre il 50%) e il dem Vincenzo De Luca (oltre il 60%). Le Marche passerebbero al centrodestra, con la vittoria del candidato FdI Francesco Acquaroli (oltre il 45%), mentre in Puglia potrebbe essere confermato - a differenza delle previsioni dei giorni scorsi - l'uscente Michele Emiliano, sostenuto dal Pd ma non da Italia viva ne' dai 5 stelle, che secondo le proiezioni si attesterebbe sopra il 45% mentre lo sfidante del centrodestra, Raffaele Fitto, si fermerebbe al 38%. Infine la Toscana, data in bilico fino all'ultimo minuto e che, invece, potrebbe restare in mano al centrosinistra: il candidato Eugenio Giani, sostenuto anche da Italia viva, viene dato al 47,2% contro il 40,8% di Susanna Ceccardi, candidata leghista sostenuta da tutto il centrodestra. 

Se i dati dovessero essere confermati, le urne decretano la tenuta della maggioranza e, di conseguenza, del governo. Sul fronte opposto, il centrodestra strappa le Marche al Pd, ma non sfonda in Puglia e mantiene i 'feudi' di Veneto e Liguria, perdendo la battaglia in Toscana. Quanto al dato delle singole forze politiche, da evidenziare il risultato di Zaia, la cui lista (data al 41%) quasi triplica i voti della Lega, che si attesterebbe attorno al 15%. La Lega di Salvini, poi, come gia' accaduto in Emilia Romagna, non riesce a compiere il 'miracolo' di espugnare una regione da sempre governata dalla sinistra. Nella coalizione di centrodestra, cresce ancora il consenso per FdI, il cui candidato conquista le Marche sconfiggendo il centrosinistra. Risultati che potrebbero modificare gli equilibri interni del centrodestra.

Il dato relativo alle forze di maggioranza evidenzia che il Pd non subisce la sconfitta preannunciata: tiene la Toscana, perde le Marche ma resta salda la guida in Campania (da addebitare soprattutto al governatore De Luca) e in Puglia (anche qui 'conta' la figura del governatore uscente Emiliano). Italia viva, alla prima prova delle urne, rivendica di essere determinante la vittoria in Toscana. Per M5s, come era nelle previsioni, viene confermata la tendenza gia' manifestatasi negli anni: le elezioni locali non premiano i pentastellati.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Quanto si muore di Aids in Italia
Hiv e Aids, gli ultimi dati dell'Istituto superiore di sanità

Quanto si muore di Aids in Italia

Gli alieni ci dicono: "Il covid è un esperimento umano"
fotonotizia / tornano i crops nel Wiltshire

Gli alieni ci dicono: "Il covid è un esperimento umano"

Eliminare Salvini. Libero pubblica le chat dei magistrati
il carroccio cambia?

La svolta europeista di Salvini


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU