antipasto ballista a ventotene

Renzi: "Abbiamo abbassato le tasse. Ma la minoranza PD si oppone"

Prima del meeting con Merkel e Hollande il Premier scarica sulla fronda interna del suo partito la responsabilità dell'elevata tassazione italica. Poi va in tv a vantarsi. Brunetta: "È una macchietta"

Alfredo Lissoni
Renzi: "Abbiamo abbassato le tasse. Ma la minoranza PD si oppone"

Mezzogiorno di fuoco a Ventotene, dove Matteo Renzi, Angela Merkel e Francois Hollande si sono incontrati "per porre le basi per il rilancio dell'Europa post-Brexit". Tre i dossier principali già avviati nel precedente incontro a Berlino: sicurezza e difesa, crescita e investimenti, giovani. Ma sull'agenda dei tre politici ci sono anche i temi caldi dell'estate: le relazioni Ue-Turchia, il rapporto tra migranti e terrorismo, il fronte libico, la guerra in Siria e, presumibilmente, anche la partita per un piano che, anche attraverso la concessione di flessibilità sul bilancio, determini un'uscita netta dall'era dell'austerity.


Prima del meeting, il Presidente del Consiglio ha avuto anche tempo e modo per sparare via Internet le solite sbruffonate: "Faccio un post su Facebook, dove spiego che secondo me ridurre le tasse è una priorità per l'Italia. La minoranza PD interviene per dire che bisogna smetterla di ridurre le tasse. Perché una parte dei politici italiani pensa che ridurre le tasse sia un errore. Dunque noi stiamo riducendo le tasse. Per i cittadini le stiamo riducendo troppo poco invece per (alcuni?) i politici le stiamo riducendo troppo. Non è fantastico?".


La riduzione delle tasse di cui parla Renzi è evidentemente solo nelle fantasie del Premier o nei suoi post sui social perché, a parte aver detto no all'aumento di una tassa aeroportuale - che peraltro è rimasta - e aver tolto con una mano Imu e Irap agricola e la Tasi sulla prima casa, con l'altra mano il Governo ha infilato nella Legge di Stabilità la tassa triplicata (dal 5% al 15%) sulle partite Iva e l’abolizione delle detrazioni; l'aumento dell'Iva per beni di prima necessità come il pane o la prima casa; l’aumento retroattivo dell’Irap del 2014; l’aumento della tassazione dei fondi pensione che passa dall’11,5% al 20%, anch'essa retroattiva.


Le esternazioni del Premier hanno suscitato, fra i tanti, la reazione incazzata di Renato Brunetta, capogruppo forzista alla Camera dei Deputati che, in un'intervista a TgCom24, ha dichiarato: "Renzi è diventato una macchietta, una povera macchietta. A livello estero l'Italia non conta nulla, e non conta nulla semplicemente perché ha un leader macchietta come Renzi, che è capace solo di fare sceneggiate come quella di Ventotene".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

La Consulta boccia la Legge Madia. La Lega: "Sentenza storica"
le mani di renzi sulla pubblica amministraZIONE

La Consulta boccia la Legge Madia. La Lega: "Sentenza storica"

Schiforma Renzi: Sabina Guzzanti imita la Boschi e...
come dire la verità ridendo e scherzando

Schiforma Renzi: Sabina Guzzanti imita la Boschi e...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU