dati allucinanti

Immigrazione, Lega: 200mila clandestini liberi di scorrazzare per il Paese

Marco Rondini è intervenuto in aula illustrando la mozione della Lega sull'immigrazione. A fronte di una spesa per l'accoglienza di quasi 10 miliardi il contributo dell'UE è di soli 376 milioni

Fabio Montoli
Immigrazione, Lega: 200mila clandestini liberi di scorrazzare per il Paese

Foto da internet

La Lega illustra la mozione sull'immigrazione ed è Marco Rondini che interviene in aula spiegando che, dal 2013 a oggi, sulle coste italiane sono arrivati circa 570mila immigrati e solo 342mila hanno fatto richiesta di protezione. "Inoltre, - afferma Rondini - ne mancano all'appello 230mila che al netto dei rimpatri effettuati (poco più di 30mila dal 2013) attestano che sono almeno 200mila i clandestini liberi di scorazzare sul territorio. A questi dati andrebbe aggiunta la beffa del costo sostenuto dai cittadini italiani, sulle tasche dei quali pesa quasi per intero il costo dell'accoglienza infatti il contributo dell'UE è di soli 376 milioni a fronte di una spesa di quasi 10 miliardi, e questo per riferirci alla spesa dal 2013 al 2016, per l'anno in corso si stima un costo che potrebbe arrivare a 4 miliardi e 261 milioni di euro a fronte di un contributo Europeo di soli 87 milioni".

"Da maggio 2015, - continua l'onorevole leghista - la Commissione Europea ha presentato un pacchetto di interventi che avrebbero dovuto essere immediati e servivano per contrastare la crisi migratoria, e tra gli strumenti proposti c'erano gli hotspot.

L'hotspot – ha spiegato Rondini – serve a identificare gli immigrati, fornire la prima accoglienza e identificare e rimpatriare coloro che non fanno richiesta d'asilo, e garantire l'accesso ai ricollocamenti. Sui ricollocamenti a fronte di un impegno in sede europea che doveva garantire il trasferimento in un altro stato membro di 40mila richiedenti asilo, ne sono stati ricollocati a oggi solo 4.438. Il maggior numero dei richiedenti asilo che giungono sul nostro territorio appartengono infatti a Nigeria, Gambia, Bangldesh e Senegal, sono quindi migranti economici che dovrebbero essere rimpatriati. A oggi, tutti gli obiettivi sono stati disattesi, visto che l'hotspot è uno strumento al servizio di una politica dell'invasione e rientra nel programma del più ampio sistema d'accoglienza che fa acqua da tutte le parti e che per noi andrebbe smantellato completamente. La valutazione sulle misure adottate da quel pacchetto nel 2015 - ha concluso Rondini - sono agli atti e nei dati che ne attestano il totale fallimento".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

La "finestra di Overton": come la Sinistra manipola la realtà
grande fratello e lavaggio del cervello

La "finestra di Overton": come la Sinistra falsa la realtà

Siamo tutti populisti!
caro corriere (della sera) ti scrivo

Siamo tutti populisti!

Sala a caccia di case sfitte. Da dare agli immigrati
Milano, "sbloccare il patrimonio immobiliare"

Sala a caccia di case sfitte. Da dare agli immigrati

Immigrati, anarchici anti-Salvini occupano un edificio in val di Susa
Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

Immigrati, anarchici anti-Salvini occupano un edificio in val di Susa
Aquarius resta senza bandiera. E chiude baracca
la nave scafista in cattive acque

Aquarius resta senza bandiera. E chiude baracca


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU