La strage di Berlino

Terrorista in Danimarca? Blitz in appartamenti e campo profughi, 4 arresti

Perquisizioni su un traghetto e nel porto della città danese di Grenaa. Il tunisino aveva contatti con reclutatori Isis in Germania. Riaperto il mercatino di Natale

Redazione
Terrorista in Danimarca? Blitz in appartamenti e campo profughi, 4 arresti

Anis Amri. Da bild.de

La polizia danese ha condotto giovedì mattina perquisizioni su un traghetto e in un porto di una città nel nord della Danimarca, dopo che qualcuno aveva riportato di aver visto Anis Amri, il tunisino ricercato per l'attentato di Berlino, ma la ricerca non ha portato a risultato. "Abbiamo stabilito che niente suggerisce che il ricercato sia o sia stato a Grenaa", ha dichiarato un portavoce della polizia precisando che la segnalazione era arrivata la notte scorsa. Per controllare l'area la polizia ha anche impiegato elicotteri oltre a pattuglie con i cani addetti alla ricerca che continueranno ad essere dispiegate nella zona mentre la caccia al 24enne tunisino prosegue in tutta Europa. Durante le perquisizioni e i controlli è stata ritardata per ore la partenza di un traghetto diretto in Svezia per permettere il controllo di tutti i passeggeri ed i veicoli a bordo.

La procura generale tedesca ha intanto confermato l'arresto di quattro persone in contatto con Amri. Gli arresti sarebbero avvenuti a seguito di blitz della polizia in due abitazioni di Dortmund, nell'ovest della Germania, nel land di Renania Norte-Westfalia. Perquisizioni effettuate dalle unità speciali tedesche anche in un campo profughi di Emmerich, dove avrebbe vissuto Amri, e in alcuni quartieri di Berlino come Kreuzberg, Moabit e Prenzlauer Berg. Il ricercato aveva contatti con un membro anziano del collettivo islamico radicale salafita di Dortmund, Boban S. di 36 anni, che è stato arrestato lo scorso novembre nell'ambito del blitz contro i reclutatori della filiale Isis guidata dal cosiddetto "predicatore senza volto", l'iracheno Abu Walaa.

Mentre una serie infinita di accuse, mosse non solo dalla destra populista ma anche dall'interno del suo stesso partito, stanno sommergendo la cancelliera Merkel, giovedì mattina è stato riaperto il mercatino di Natale di Berlino colpito lunedì sera dall'attentato. Lo hanno riferito le aziende Schaustellerverband Berlin e AG City, responsabili della sua gestione. "Nonostante i tragici eventi", il mercato vicino alla Chiesa della Memoria, nel cuore della capitale tedesca, ha ricominciato la propria attività a seguito a una decisione presa "in stretto coordinamento" con le autorità. Per ragioni di rispetto, le illuminazioni e gli eventi musicali saranno vietati, aggiunge la nota. Sul luogo, dove sono già presenti candele, fiori e biglietti, saranno affisse due targhe in memoria delle vittime.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Papa Francesco: "Sì allo Ius Soli". Salvini: "Lo applichi in Vaticano, se vuole"
"A Dio quel che è di Dio, a Cesare quel che è di Cesare"

Papa Francesco: "Sì allo Ius Soli". Salvini: "Lo applichi in Vaticano, se vuole"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU