Libertà di invasione

"L'Italia non controlla i confini": poliziotti austriaci schierati al Brennero

Il governatore del Tirolo: "Alfano non ha mantenuto le promesse. Il governo italiano tranquillizza su presunti controlli, ma il numero di ingressi illegali aumenta"

Alessio Colzani
"L'Italia non controlla i confini": poliziotti austriaci schierati al Brennero

Poliziotti austriaci in assetto antisommossa al valico del Brennero. Foto ANSA

A seguito di numerose segnalazioni sull'intensificarsi dell'afflusso di immigrati clandestini nella zona del valico di frontiera del Brennero il governatore del Tirolo, Günther Platter, lancia un pesantissimo atto di accusa contro Angelino Alfano: "L'Italia non ha mantenuto le promesse. Non accetterò che il governo italiano distribuisca inefficaci tranquillanti su presunti controlli mentre da noi il numero di ingressi illegali aumenta nuovamente. Erano serie le promesse da parte del ministero degli interni italiano di effettuare i controlli sui migranti oppure uno stratagemma per impedire l'attivazione del nostro apparato di difesa al confine del Brennero?".

Le autorità austriache, da Platter a Karl Muehlsteiger, sindaco di Gries am Brenner - primo paese in territorio austriaco dopo il confine - sostengono che nell'ultima settimana il numero di migranti entrato illegalmente in Austria sia considerevolmente aumentato. Per questo motivo, su esplicita richiesta di Platter, il ministro degli Interni austriaco Wolfgang Sobotka ha deciso che da martedì, alla frontiera del passo del Brennero, l'Austria rafforzerà la presenza con l'invio di ulteriori 80 poliziotti. Lo stesso Platter ha affermato che "la situazione sarà seguita da vicino e se i transiti non autorizzati della frontiera dovessero aumentare, i controlli dovranno essere auto-attivati".

L'Austria, dopo solo una settimana dall'improduttiva visita del ministro Alfano, non è per nulla intenzionata a mollare la presa sui controlli al valico più importante di tutta l'Unione Europea. L'apparato di difesa del confine illustrato a fine aprile da parte della polizia del Tirolo dovrebbe entrare in vigore già entro maggio: in autostrada i controlli inizieranno subito dopo la galleria, in territorio italiano, che collega l'Italia con l'Austria. Il traffico sarà fatto rallentare fino ad una velocità massima di 30 chilometri orari e incanalato su quattro corsie, due per autovetture e moto, la stessa cosa per i mezzi pesanti. La polizia austriaca al confine controllerà tutte le persone in transito, quelle ritenute sospette saranno deviate nella vicina area predisposta all'identificazione. Il controllo verrà ovviamente effettuato anche sulla strada statale di confine.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"

Ciaone, Hollande. Il presidente se ne va
in crollo verticale nei sondaggi

Ciaone, Hollande. Il presidente se ne va


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU