Scossa di magnitudo 6.9

Giappone, forte terremoto nella zona di Fukushima: torna l'incubo tsunami

Non si sono verificate anomalie alla centrale nucleare devastata cinque anni fa, ma si sono sviluppati degli incendi in alcune raffinerie nella città di Iwaki

Redazione
Giappone, forte terremoto nella zona di Fukushima: torna l'incubo tsunami

La centrale nucleare di Fukushima. Foto ANSA

Paura lunedì in Giappone per un potente terremoto con una magnitudo di 6.9 che ha colpito il nord-est del Paese poco prima delle 6 del mattino, lungo la costa di Fukushima, causando un'immediata allerta per il rischio di uno tsunami. Dopo la scossa si è registrato un incendio ad un impianto petrolchimico nel distretto di Nishikimachi, ma per fortuna il fuoco è stato spento in meno di un'ora, intorno alle 6.40 locali. Si segnalano solo alcuni feriti lievi.

L'Agenzia Meteorologica giapponese ha avvisato che onde alte fino a 3 metri potrebbero riversarsi vicino all'impianto di Fukushima dove i lavori per mettere in sicurezza la centrale vanno avanti a seguito della catastrofe che ha colpito la costa nel marzo del 2011, e le autorità municipali hanno avvisato i residenti di evacuare le zone costiere e dirigersi sulle aree lungo le colline, al sicuro da un eventuale onda.

Non si sono verificate anomalie alla centrale nucleare di Fukushima Daichi, ma alcuni incendi si sono sviluppati in alcune raffinerie nella città di Iwaki, a 200 km a sud dell'impianto. La scossa, la cui magnitudo iniziale è stata stimata di magnitudo 7.3, è durata circa 20 secondi e l'epicentro si è verificato con una profondità di circa 10 chilometri lungo la costa dell'Oceano Pacifico, nelle vicinanze di Fukushima, con un'intensità pari a 5 nella scala giapponese con un massimo di 7 nelle prefetture di Fukushima e Ibaraki.

Le autorità locali non segnalano danni ad edifici o vittime, ma solo alcuni feriti leggeri. Il servizio dello Shinkansen, il treno super veloce, è stato sospeso lungo le linee del Tohoku, Joetsu e Hokuriku mentre alla memoria di tutti si sono riaffacciate le immagini del terribile cataclisma che investì il Paese cinque anni fa, provocando quasi diciottomila morti. Questa volta, l'allarme tsunami è rientrato nella notte.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

Immigrati, chi ci campa?
accoglienza e bastonate

Immigrati, chi ci campa?

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita
carpi, Vittima 19enne per bottino da 100 euro

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU