abbandono di rifiuti nel palermitano

Corleone: l'ex mattatoio diventa una discarica abusiva

Uno scempio ambientale di dimensioni importanti, in cui è stato smaltito di tutto: dai rifiuti ingombranti a quelli tossici e pericolosi. Insomma una vera e propria bomba ecologica

Fabio Cantarella
L'ex mattatoio comunale è diventato una discarica abusiva

È stata sequestrata martedì dai carabinieri della compagnia di Corleone l'area dell'ex mattatoio comunale di Roccamena trasformato in discarica. Sono in corso indagini per cercare di risalire alle responsabilità di questo scempio ambientale. Nell'area i militari hanno trovato di tutto. Da rifiuti ingombranti a tossici e pericolosi. Una bomba ecologica che adesso dovrà essere bonificata.


La struttura era stata affidata dal Comune alla Società dell'Ato di Monreale che gestiva la raccolta dei rifiuti. Società fallite che hanno lasciato macerie alle spalle, non solo contabili. Adesso i carabinieri della compagnia di Corleone indagano per risalire ai responsabili dello scempio ambientale. Nell'area infatti sono stati accatastati quintali di rifiuti di ogni tipo. "Il Comune è vittima di questa situazione", ha spiegato il sindaco di Roccamena Tommaso Ciaccio.


"Quella zona dell'ex mattatoio è stata affidata dal Comune alla società d'ambito quando si occupava della raccolta dei rifiuti. Qui venivano conservati i mezzi. Una volta che la società è fallita l'area è stata abbandonata. Evidentemente anche se ci sono i cartelli qualcuno continua ad abbandonare gli ingombranti. Un'operazione del tutto inutile visto che adesso c'è la nuova ditta che garantisce il servizio di raccolta e pensa alla raccolta di questi rifiuti". Adesso il Comune ripulirà la zona "con una procedura d'urgenza", ha sottolineato il sindaco.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU