Anche la Francia contro il referendum

Catalani più forti di Madrid e Bruxelles: "Noi voteremo, la Storia non si ferma"

"È uno scandalo, una ferita alla democrazia inaccettabile. Di cosa ci accusano? Reato di tentata democrazia? È un delitto voler votare, essere democratici?"

Redazione
Catalani più forti di Madrid e Bruxelles: "Noi voteremo, la Storia non si ferma"

Catalani in piazza a Barcellona

L'Unione Europea appoggia la repressione spagnola contro la libertà del popolo catalano e dice no al referendum autonomista. "Rispettiamo l'ordine costituzionale della Spagna come avviene con ogni Costituzione degli Stati membri", ha detto ieri la portavoce della Commissione Ue, Margaritis Schinas. Una posizione duramente contestata dal rappresentante catalano a Bruxelles, Amadeu Altafaj, che ha definito "un punto di non ritorno" l'arresto di 14 funzionari della Generalitat, sette dei quali sono stati rilasciati.

La presa di posizione non influisce sull'imponente manifestazione indipendentista in corso a Barcellona, dove i catalani continuano a protestare contro il governo di Madrid. "Possono anche incarcerarci tutti. Noi voteremo". A parlare in un'intervista al Corriere della Sera, è il ministro degli Esteri della Catalogna, Raul Romeva i Rueda il giorno dopo che si è visto perquisiti i suoi uffici, sequestrati documenti, bloccata la carta di credito, arrestati i collaboratori. "È uno scandalo, una ferita alla democrazia inaccettabile. Di cosa ci accusano? Reato di tentata democrazia? È un delitto voler votare, essere democratici?".

Secondo Altafaj "non è accettabile" che la Commissione europea si occupi così poco della crisi politica in Spagna, mentre dovrebbe promuovere il "dialogo" tra le parti in conflitto. La Commissione dovrebbe avere "un minimo di rispetto per le autorità catalane", ha detto. "Quanto accaduto ieri segna un punto di non ritorno". Anche la Francia si schiera contro la democrazia. "In un momento in cui lo spirito di unità e solidarietà devono più che mai guidarci nel rilancio del progetto europeo - ha detto il portavoce del ministero degli Esteri - le autorità francesi ricordano il loro legame a una Spagna forte e unita".

Intanto proseguono le iniziative del governo centrale per bloccare la consultazione popolare. Secondo il quotidiano economico Financial Times, che cita dichiarazioni rilasciate in un'intervista dal ministro dell'economia spagnolo, Luis de Guindos, l'esecutivo di Mariano Rajoy sarebbe disposto a concedere più soldi alla Catalogna in cambio dello stop al referendum. "Dialogheremo quando le autorità catalane abbandoneranno il programma indipendentista", ha sottolineato. "La Catalogna gode già di un'autonomia molto ampia, ma potremmo parlare di una riforma del sistema di finanziamento" della regione.

Nonostante gli sforzi dell'esecutivo spagnolo, che ha definito "illegale" l'iniziativa referendaria, gli appelli a un'inesistente unità nazionale cadono ovviamente nel vuoto e il popolo catalano è sempre più determinato a staccarsi da Madrid. Il presidente della Catalogna, Carles Puigdemont, ha annunciato su Twitter l'attivazione del sito web che mostra agli elettori dove sarà possibile votare. Chi intende partecipare alla consultazione del 1 ottobre può sin da ora, fornendo carta d'identità, data di nascita e codice di avviamento postale, conoscere dove verranno allestiti i seggi elettorali.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Perfino Cacciari da ragione a Salvini
"PRIMA GLI INTELLETTUALI!"

Perfino Cacciari dà ragione a Salvini

Afd sfonda i sondaggi: avanzano i populisti tedeschi
Sarebbe il secondo partito in Germania

Afd sfonda i sondaggi: avanzano i populisti tedeschi

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU