Follia della sinistra svizzera

Sostituzione etnica anche nelle istituzioni

In Canton Ticino prossimamente i cittadini voteranno un referendum che deciderà se gli stranieri potranno candidarsi per entrare nel governo delle autorità cantonali

Ismaele Rognoni
Tutti in fuga da questa Europa: la Svizzera ritira la domanda di adesione

Ragazzi elvetici sventolano bandiere della Confederazione. Foto ANSA

La sinistra di Neuchatel, capitale svizzera dell'omonimo cantone, ha proposto di concedere agli stranieri di poter essere eletti nelle autorità governative, oltre ad avere già la facoltà di potersi candidare nei Comuni e il naturale diritto di voto. Il Gran Consiglio aveva votato lo scorso 21 giugno ed approvato, con 57 voti favorevoli e 46 contrari, il decreto modificante la Costituzione di tale cantone, concedendo l'eleggibilità agli stranieri residenti da almeno cinque anni. Il mese prossimo, a settembre, sarà indetta una consultazione popolare in cui saranno gli stessi cittadini a decretare se ciò diverrà disgraziatamente realtà oppure sarà rigettato dalla folla.

Una deputata del Partito Socialista del Gran Consiglio di Neuchatel, la turca di nascita Pelin Kandemir Bordoli, aveva proposto l'eleggibilità degli stranieri a livello comunale già nel 2009 e nel 2012. Dopo l'approvazione da parte dei deputati cantonali di questa estensione di candidabilità, ha dichiarato: "In Ticino si fa più fatica a far passare questi concetti. Io penso che se si vuole andare verso una maggior integrazione occorre tentare il coinvolgimento degli stranieri residenti attraverso progetti sperimentali, garantendo ai Comuni la possibilità di concedere il diritto di voto. Insomma, almeno nelle realtà comunali gli stranieri potrebbero essere coinvolti maggiormente nelle decisioni".

Guai a sostenere che in realtà il fine ultimo del Partito Socialista svizzero (e non solo) sia quello di concedere il diritto di voto agli stranieri per avere un vantaggio numerico in chiave elettorale, altrimenti la deputata di origini turche, con lo stipendio pagato dai cittadini svizzeri, potrebbe arrabbiarsi. 


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU