lo rivela il Daily Mail

Ancora ombre su Hillary: scomparsi rapporti Fbi sul suicidio del suo assistente

Senza alcuna giustificazione possibile sono scomparsi dai National Archives di Washington i rapporti Fbi che indagarono sul caso e stabilirono un legame tra la reprimenda di fuoco della Clinton e la strana morte di Foster

Alfredo Lissoni
Ancora ombre su Hillary: scomparsi rapporti Fbi sul suicidio del suo assistente

Vince Foster, amico personale dei Clinton e consigliere della Casa Bianca, suicidatosi con un colpo di pistola il 20 luglio 1993 dopo essere stato pubblicamente umiliato dall'allora solo first lady Hillary davanti ai suoi colleghi, è stato un caso sempre avvolto da un alone di mistero. Mistero che si infittisce alla notizia che - senza alcuna giustificazione possibile - sono scomparsi dai National Archives di Washington (Archivio di Stato) i rapporti degli agenti dell'Fbi (Coy Copeland e Jim Clemente) che indagarono sul caso e stabilirono un legame tra la reprimenda di fuoco di Hillary e il suicidio di Foster. Lo scrive sul britannico Daily Mail il reporter Ronal Kessler autore del libro The First FamilY Detail: Secret Service Agentes Reveal The Hidden Lives of the Presidente and the Secrets of the Fbi.


"In due distinte occasione" racconta Jessler, che ha lavorato per il Washington Post ed il Wall Stret Journal, "ho visitato i National Archives per consultare i rapporti degli agenti dell'Fbi che indagarono sulla morte nel 1993 del viceconsigliere della Casa Bianca di Bill Clinton (questa la carica formale di Foster, NdR) ma mentre nel primo caso trovai gli appunti sul ruolo di Hillary (la pubblica umiliazione di Foster) nel secondo questi mancavano all'appello". La responsabile delle relazioni esterne dei National Archives Marta Murphy, dopo una richiesta formale del reporter, ha riferito di "aver esaminato tutte le 8 casse di documenti (sul caso Foster) senza trovare alcuna traccia di inchieste o interrogatori sull'incontro tra Hillary Clinton e (la vittima) Vince Foster". Il capo dei National Archives John Vaklcenau ha sostenuto che i documenti "non sono persi ma semplicemente non siamo in grado di trovarli" perché forse sono finiti in altri scatoloni.


Non era la prima volta, peraltro: nel 2009 un hard disk contenente documenti relativi ai Clinton "apparentemente svanì dai National Archives". Ma in quel caso, a differenza dei rapporti dell'Fbi su Foster, dopo l'apertura di un'inchiesta, gli agenti del Secret Service (responsabili della sicurezza del presidente) ritrovarono una copia dell'hard disk.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia
Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU