Follie dell'accoglienza

Portofino dice No ai "profughi", il prefetto se ne frega

In Liguria la volontà popolare calpestata dai rappresentanti del governo, pronti a scaricare sul territorio altri 700 richiedenti asilo forzando la mano nei confronti di 24 Comuni ribelli. Il primo cittadino: "La graduatoria dei residenti che aspettano una casa è infinita"

Redazione
Portofino dice No ai "profughi", la prefettura forza la mano su 24 Comuni ribelli

Foto da internet

A Portofino il sindaco dice no all’arrivo di presunti profughi. La prefettura vuole rifilare richiedenti asilo anche alla piccola località turistica, famosa in tutto il mondo. “Non abbiamo case libere”, spiega il primo cittadino Matteo Viacava a Repubblica, sottolineando ancora una volta inadeguatezza e incapacità dei prefetti, ridotti ad “affittacamere per conto dello Stato” come li ha definiti il segretario della Lega Matteo Salvini, che da tempo ne chiede l’abolizione. Del resto Luigi Einaudi ricordava che questi funzionari agli ordini del governo centrale sono incompatibili con la democrazia. 

Anche a Portofino calpestano la volontà popolare, del sindaco eletto dai cittadini. Ennesima follia: “Il nostro è un centro turistico importantissimo e alloggi liberi non ne abbiamo: la graduatoria dei residenti che aspettano l'assegnazione della casa popolare è infinita". E ancora: "Il territorio poi non è indicato, c'è un'unica strada, l'accoglienza non sarebbe funzionale proprio dal punto di vista logistico”.

Ma alla prefettura poco, anzi nulla, importa. L’obiettivo è piazzare altri 700 immigrati in Liguria. E così i rappresentanti del governo cercano di beffare le amministrazioni di 24 comuni ribelli appellandosi ai privati, affinchè affittino locali da dare in gestione alle cooperative. Genova ospita già 2.500 stranieri che vivono a spese nostre. Il bando scade il 28 agosto, la pressione dei prefetti non si placa. Ma alcuni sindaci non hanno intenzione di arrendersi.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Rifugiati, l'Onu approva il Global compact on Refugees
vogliono farci invadere a tutti i costi

Rifugiati, l'Onu approva il Global Compact on Refugees

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”
Dopo il boicottaggio dei “neo-comunisti” a Pordenone…

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina
Permesso di soggiorno per convivenza di fatto: altro regalo al racket

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina

"No rimpatrio". E le "risorse" incendiano il Centro accoglienza
Racket delle case occupate, nove arresti a Milano. Zecche rosse comprese
Tra i fermati uno studente modello. Sigilli anche a un centro sociale

Racket delle case occupate, nove arresti a Milano. Zecche rosse comprese


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU