Risorse all'opera

Roma, controlli antidroga all'Esquilino: nove africani arrestati, uno denunciato

A finire in manette due pusher nigeriani e due del Gambia con quattro egiziani e un marocchino già condannati per spaccio. Denunciato per furto un nigeriano

Redazione
Roma, controlli antidroga all'Esquilino: nove africani arrestati, uno denunciato

Pusher africani a Roma

I Carabinieri della Compagnia di Piazza Dante a Roma hanno dato il via a una massiccia operazione di controllo del territorio scattata, non solo nella zona di Piazza Vittorio Emanuele II, in questi giorni al centro delle cronache nazionali, ma in tutto il rione Esquilino. Il bilancio stilato martedì è di 9 persone arrestate e una decima denunciata a piede libero. A finire in manette sono stati 4 pusher, due cittadini nigeriani e due cittadini del Gambia di età compresa tra i 19 e i 24 anni, sorpresi tra Via Cappellini, Via Cialdini e Piazza Vittorio Emanuele II in possesso di decine di dosi di marijuana e denaro ritenuto provento della loro illecita attività.

Durante il controllo di un egiziano di 24 anni è emerso che a suo carico era stata emessa un'ordinanza di aggravamento della custodia cautelare in carcere. Il provvedimento è scaturito per aver violato più volte il divieto di dimora nel Comune di Roma cui era sottoposto dallo scorso mese di gennaio. Per lo stesso identico motivo è stato arrestato anche un connazionale di 27 anni. Altri due cittadini egiziani di 18 e 27 anni, controllati in Piazza Vittorio, sono risultati gravati da un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Roma per reati inerenti gli stupefacenti: sono stati arrestati e dovranno scontare la pena di un anno e 4 mesi di reclusione.

Sempre nel corso di un controllo nei pressi di Piazza Vittorio, un marocchino di 39 anni, nella Capitale senza fissa dimora, è stato arrestato perché i Carabinieri hanno scoperto che su di lui pendeva un ordine di carcerazione, dovendo espiare una pena di un anno di reclusione sempre per reati inerenti al traffico degli stupefacenti. In Via Giolitti, infine, un cittadino nigeriano di 35 anni è stato denunciato a piede libero dopo essere stato sorpreso dai Carabinieri in possesso di una carta di credito che è risultata essere stata smarrita dal legittimo proprietario. Il sospetto è che in realtà la carta sia stata rubata dall'africano per cercare di utilizzarla.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Immigrati, arriva Juncker. E parla di "Stati ipocriti"
"Alcuni paesi rifiutano di potenziare controllo frontiere"

Immigrati, arriva Juncker. E parla di "Stati ipocriti"

Sinistra nella mer*a: su Hezbollah ha ragione Salvini
Israele scopre un nuovo tunnel segreto, il quarto

Sinistra nella mer*a: su Hezbollah ha ragione Salvini

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina
Permesso di soggiorno per convivenza di fatto: altro regalo al racket

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

Immigrati, anarchici anti-Salvini occupano un edificio in val di Susa


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU