arricchimento culturale in corso

Nigeriano lancia sassi alle auto. Furia Bordonali: "Sarai il primo che rimpatrieremo"

Il finto profugo nigeriano ha rischiato di fare una strage a Spino d'Adda (CR): "Nessuno mi dava un passaggio"

Redazione
Nigeriano lancia sassi alle auto. Furia Bordonali: "Sarai il primo che rimpatrieremo"

Giovedì 22 febbraio in mattinata, sulla Paullese all’altezza del Ponte Adda, un richiedente asilo nigeriano 23enne ha lanciato sassi contro le automobili in transito. Sul posto si sono dirette due autoradio dei carabinieri che hanno individuato subito il giovane. Ma quest'ultimo, accortosi della presenza dei militari, ha tentato la fuga nei campi. Raggiunto dai Cc ha opposto una strenua resistenza, ma è stato bloccato a terra, ammanettato e accompagnato all'Ospedale di Crema dove è stato sedato e trattenuto per alcune ore visto il suo stato alterato. Il nigeriano - che risulta essere ospite  di una struttura della Caritas di Verona - ha giustificato il suo gesto dicendo che si era perso e nessuno si fermava a dargli un passaggio. H.J. nella mattinata di venerdì 23 è stato processato per direttissima.

Sul tema è intervenuta Simona Bordonali (Lega), assessore alla Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione della Regione Lombardia."Quello che è successo sul ponte tra Zelo Buon Persico e Spino d'Adda è sconvolgente. Siamo fortunati a non avere oggi dei morti da piangere. Il finto profugo che si è messo a lanciare pietre alle automobili in transito solo perché nessuno gli dava un passaggio sarà tra i primi che rimanderemo in Africa una volta al governo. Ringrazio i Carabinieri che sono prontamente intervenuti per fermare la follia di questo 23enne nigeriano. L'immigrazione di massa sta generando problemi enormi di sicurezza. Bisogna bloccare gli sbarchi e accelerare i rimpatri".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Perfino Cacciari da ragione a Salvini
"PRIMA GLI INTELLETTUALI!"

Perfino Cacciari dà ragione a Salvini

Orban: "L'Ue non vuol fermare i clandestini"
la denuncia del presidente magiaro

Orban: "L'Ue non vuol fermare i clandestini"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU