La guerra ai tagliagole

Iraq: 45 membri dell'Isis uccisi in raid aerei a Qaim, in un campo al confine con la Siria

L'offensiva ha il supporto aereo della Coalizione internazionale contro lo Stato islamico ed è condotta su più assi a partire dal distretto di Haditha

Redazione
Iraq: 45 membri dell'Isis uccisi in raid aerei a Qaim, al confine con la Siria

Foto ANSA

Un totale di 45 combattenti dello Stato islamico sono stati uccisi e altri 25 sono rimasti feriti in due distinti raid condotti domenica dall'aviazione militare irachena nella provincia occidentale a maggioranza sunnita di Al Anbar. Lo ha riferito l'ufficio stampa delle forze militari irachene: "Secondo informazioni dell'intelligence, un raid aereo ha ucciso 15 terroristi dell'Isis e distrutto una grande quantità di armi all'interno di un campo di addestramento nel distretto di Qaim", vicino al confine con la Siria, si legge nel comunicato. In un'altra operazione, "gli aerei iracheni hanno distrutto un campo con all'interno armi e attrezzature, uccidendo 30 terroristi e ferendone altri 25, in un campo di addestramento sempre a Qaim".

Lo scorso 5 gennaio le forze di sicurezza irachene hanno lanciato le operazioni per liberare dallo Stato islamico i distretti di Rawah, Anah e Qaim, tutti nella provincia occidentale di al Anbar. Secondo quanto riferito in un comunicato stampa dal comandante delle operazioni in corso nell'area di Al Jazeera, il generale Qassim al Muhammadi, "le forze di sicurezza hanno iniziato questa mattina l'operazione militare per liberare la zona occidentale della provincia". L'ufficiale ha precisato che l'offensiva riceve il supporto aereo della Coalizione internazionale contro lo Stato islamico ed è condotta su più assi a partire dal distretto di Haditha, circa 160 chilometri a ovest di Ramadi, capoluogo della provincia di Anbar.

Lo scorso 3 gennaio un attentatore suicida si è fatto esplodere in un posto di blocco nella zona occidentale di Ramadi, uccidendo tre persone e ferendone cinque. Il kamikaze si è fatto esplodere nel sobborgo di 7 Kilo, ad ovest di Ramadi. Il 28 dicembre 2015 l'esercito iracheno ha dichiarato Ramadi, la principale città di Al Anbar, completamente liberata dallo Stato islamico. Nonostante la conquista di varie città della provincia, tra cui Fallujah (riconquistata lo scorso giugno), i combattenti dello Stato islamico controllano ancora diversi villaggi e località nella parte occidentale della provincia di Al Anbar, soprattutto nei pressi del confine siriano.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio
chiedeva soldi davanti al centro commerciale di guidonia

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio

Giggino, il (quasi) fallito, ha 60 giorni per trovare 2 miliardi
Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo
salvini: "avanza il Partito della Libertà da sempre alleato della Lega"

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU