Il business dell'accoglienza

Case e terreni coi fondi per gli immigrati: parroco buonista indagato nell'Astigiano

Don Vittorio Bazzoni, che è stato sospeso dalla diocesi, avrebbe sottratto i finanziamenti che aveva ricevuto dalla Prefettura per i progetti d'accoglienza

Redazione
Case e terreni con i fondi per gli immigrati: indagato un parroco nell'Astigiano

Don Vittorio Bazzoni

Operazione congiunta dei poliziotti della Mobile e della Guardia di Finanza, martedì mattina, su una presunta maxi truffa legata all'accoglienza degli immigrati. Ad essere indagato è un prete, don Vittorio Bazzoni, parroco salesiano di Piea e Cunico, piccoli paesi dell'Astigiano, da tempo attivo nel business degli aspiranti profughi; coinvolti nell'indagine anche due stranieri, intestatari formali degli immobili. L'ipotesi di reato riguarda un uso scorretto dei fondi per l'accoglienza che sarebbero stati utilizzati per acquistare, tramite dei prestanome, case e terreni in Piemonte. Agenti e finanzieri, coordinati dal procuratore Alberto Perduca e dal pm Luciano Tarditi, hanno eseguito un decreto di sequestro firmato dal gip Giorgio Morando di tre immobili riconducibili al sacerdote, che sarebbero stati acquistati dal parroco distraendo i finanziamenti che aveva ricevuto dalla Prefettura per i progetti d'accoglienza.

La diocesi di Asti ha deciso di sospendere il parroco, che tramite il suo avvocato nega ogni accusa, "in via precauzionale per consentirgli una adeguata libertà di difesa in ordine ai procedimenti giudiziari". Del centro di accoglienza si era occupato negli scorsi mesi il sindaco di Piea, Sara Rabellino, chiedendone più volte la chiusura della struttura perché, a suo avviso, ospitava un numero troppo elevato di clandestini rispetto al numero di residenti, 580: "Noi abbiamo sempre posto la questione sulla sproporzione numerica rispetto al numero di abitanti . I primi ragazzi sono arrivati nell'estate 2015 ed era chiaro che la gestione non fosse ottimale. C'era poca collaborazione e poche attività rispetto a quanto previsto dai progetti. I ragazzi erano lasciati lì tutto il giorno a non fare niente. Facevano qualche ora di italiano e niente altro" Sulla distrazione di fondi pubblici non si sbilancia: "Giravano voci".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Salvini: "Al voto dopo l'Emilia Romagna. Si fanno male da soli"
"Se M5S non presentano lista scompaiono dalla faccia della terra"

Salvini: "Al voto dopo l'Emilia Romagna. Si fanno male da soli"

ArcelorMittal, Rixi: "La Lega ha venduto i bond nel 2015"
crolla l'impianto accusatorio dei compagni giallorossi

ArcelorMittal, Rixi: "La Lega ha venduto i bond nel 2015"

Elezioni in Spagna: VOX vola al 15% e diventa la terza forza politica nazionale
Ieri per la quarta volta in quattro anni si è votato in Spagna per le politiche

Elezioni in Spagna: VOX vola al 15% e diventa la terza forza politica nazionale

De Magistris: "Comitato con Lamorgese? Lontano anni luce da Salvini"
"Questione migranti non è stato tema di rilievo"

De Magistris: "Comitato con Lamorgese? Lontano anni luce da Salvini"

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"
stupro di rimini, l'avvocatessa buonista

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU