Restano possibili azioni disciplinari

Banca Etruria, il procuratore consulente del governo resta al suo posto

Secondo la delibera del Csm, la procura aretina, vista la consulenza governativa di Rossi, avrebbe potuto valutare una diversa assegnazione del fascicolo

Marco Dozio
Banca Etruria, il procuratore consulente del governo resta al suo posto

Foto ANSA

"Non ci sono elementi per sostenere un rapporto di conoscenza tra il dottor Rossi con il ministro Maria Elena Boschi, tale da mettere in discussione il profilo dell'imparzialità e dell'indipendenza del magistrato nella trattazione di vicende processuali che potenzialmente potrebbero coinvolgere parenti del citato ministro". Con queste motivazioni la prima commissione del Csm ha chiesto l’archiviazione per Roberto Rossi, il procuratore di Arezzo titolare dell’inchiesta su Banca Etruria. Dopo essere stato fino alla fine del 2015 consulente del Governo in cui siede il ministro Boschi. Dunque Rossi resta al suo posto, i magistrati non ritengono necessario trasferirlo. Saranno valutate eventuali azioni disciplinari

"Il raffronto tra la documentazione acquisita e il contenuto delle informazioni rese non ha fatto emergere 'commistioni' o rapporti con esponenti del mondo politico - si legge nella delibera - tali da appannare la credibilità professionale del magistrato". "Sullo sfondo rimane la circostanza - si legge nella delibera approvata - di un incarico di consulenza del dottor Rossi valevole per tutto il 2015 in una struttura di supporto della presidenza del Consiglio dei Ministri" nell'epoca in cui il magistrato "era l'unico titolare di un'indagine che potenzialmente avrebbe potuto coinvolgere un familiare di un importante esponente del governo e, che, quindi, avrebbe potuto consigliare allo stesso procuratore di Arezzo scelte più articolate in ordine all'assegnazione dei fascicoli, unitamente alla rinuncia dell'incarico extra giudiziario o, almeno, alla comunicazione al Csm circa la possibile inopportunità del medesimo".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU