La sindrome del dodo

Odino Odino
La sindrome del dodo

Il dodo era un uccello che si è estinto pare in seguito all'arrivo di una moltitudine di colonizzatori che distrussero il suo habitat ed introdussero specie animali antagoniste; altri sostengono che la sua estinzione sia dovuta allo suo scarso senso del pericolo che lo induceva al suicidio. Sta di fatto che, in entrambe le ipotesi, il dodo è sparito dalla faccia della terra. Gli Italiani assomigliano molto al dodo: si lasciano colonizzare da una quantità sempre maggiore di immigrati, moltissimi dei quali antagonisti al nostro stile di vita, alla nostra cultura ed alle nostre tradizioni e radici. Addirittura c'è chi auspica un numero sempre maggiore di immigrati sostenendo che saranno una grande risorsa per questo paese, una opportunità da non perdere. Da semplice cittadino mi sembra che la realtà sia molto diversa. L'integrazione ha scarse possibilità e lo sfruttamento da parte della malavita è sempre maggiore. Tutto ciò vi sembra una grande opportunità per mantenere la nostra civiltà? Personalmente sono giunto ad una conclusione: faremo la stessa fine del dodo.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Matite indelebili: chiedeva trasparenza, è stata denunciata
cc in azione a san biagio di agrigento

Matite indelebili: elettrice protesta, finisce denunciata

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica
la lettera di un militante di palermo

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica

"Amore Criminale: e i suoi frutti amari"

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • Giovanni

    Giovanni

    dAustria

    11:11, 25 Giugno 2016

    Concordo pienamente ma, siamo proprio certi che questa che spavaldamente chiamiamo democrazia, sia tale? Da quanto leggo e vedo, sono sempre più convinto che non lo sia. Siamo come marionette, in mano a coloro che tengono i fili. Dobbiamo riprenderci la libertà di decidere. E' sempre stato così: se una cosa la dice o la fa la sinistra è lecita e democratica, se la fa chiunque non è di sinistra... è un pericolo, è fascista, è antidemocratica. E' ora di dire basta! Grazie.

    Rispondi

    Report


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU