“Lettera a una professoressa”: mezzo secolo dopo

Esami di maturità don Milani contro le mode a Scienze umane

Il MIUR ha riproposto all’esame di Stato una intelligente citazione dal libro scritto nel 1967 dal sacerdote fiorentino assieme alla Scuola di Barbiana. Niente a che vedere con la preparazione degli sfaceli de Sessantotto, bensì l’avvertimento ai ragazzi a non seguire le mode come “burattini obbedienti”. Questo il loro destino senza una scuola che insegni oltre alla grammatica e alla matematica anche i valori

Giuseppe Brienza
Esami di maturità don Milani contro le mode a Scienze umane

La promozione della “Libreria Editrice Fiorentina” dei 50 anni del libro “Lettera a una professoressa”

Si sono appena concluse le prove scritte degli esami di Stato 2019. Hanno coinvolto oltre 520mila studenti e si sono tenute mercoledì 19 (prima prova di italiano) e giovedì 20 giugno (seconda prova), con ultimo scoglio prima della maturità l’esame orale, le cui date sono stabilite dalle singole commissioni.

Da non far assolutamente cadere nel dimenticatoio la traccia relativa quest'anno a don Lorenzo Milani (1923-1967) ed ai suoi allievi della Scuola di Barbiana. Partendo da una citazione di Lettera a una professoressa, libro scritto nel 1967 da alcuni ragazzi sotto la sua supervisione, si è infatti articolata, come detto giovedì scorso, la seconda prova scritta del liceo di scienze umane.

Va in officina e spazza. Nelle ore libere segue le mode come un burattino obbediente. Il sabato va a ballare, la domenica allo stadio” scrivevano i ragazzi di Barbiana del loro amico Gianni che aveva lasciato la scuola (pp. 19-20). Per dire che un giovane lasciato alle manipolazioni del sistema massificante e consumistico è destinato a perdere la libertà. La scuola che respingesse i meno capaci e gli ignoranti avrebbe quindi perso sé stessa. La soluzione di mandarli a lavorare non sempre è quella giusta e, con queste suggestioni e argomentazioni, ci pare proprio che, almeno per gli studenti di scienze umane, in questo 2019 ci sia stata una maturità valida e intellettualmente stimolante.

Lettera a una professoressa è un libro assolutamente da leggere, non condivisibile proprio in tutte le sue parti ma essenziali per conoscere il messaggio di Don Lorenzo Milani, questo prete straordinario sulla cui tomba Papa Francesco si è recato il 20 giugno 2017 per una preghiera e un omaggio. La “Libreria Editrice Fiorentina” (LEF), da sempre la casa editrice che ha pubblicato le opere del Priore di Barbiana, da oltre cinquant’anni dalla sua morte è rimasta fedele al messaggio di Don Milani, come dimostra ad esempio il volume Un invito a organizzarsi - A 50 anni da Lettera a una professoressa (LEF, Firenze 2017) che lancia una provocazione al mondo della scuola e ai genitori partendo dall'incipit della Lettera: “Questo libro non è scritto per gli insegnanti ma per i genitori. È un invito a organizzarsi”. In questi termini parlava infatti della necessaria dedizione alle giovani generazioni il Priore fiorentino: "Ho voluto più bene a voi ragazzi che a Dio, ma ho speranza che lui non stia attento a queste sottigliezze e abbia scritto tutto al suo conto".

Chi vuole può visitare sulla home page della “Libreria Editrice Fiorentina” l’apposita Sezione dedicata alle opere di don Lorenzo Milani: www.lef.firenze.it.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Senza Salvini ci tolgono pure il Natale
abolita la recita natalizia in un asilo anconetano

Senza Salvini ci tolgono pure il Natale

La politica secondo Povia
Papa Francesco: "L'inferno non esiste"
la "teologia sbagliata" di bergoglio

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"

Fine del Muro, una occasione mancata
Il 9 novembre 1989 la Cortina di ferro si infranse

Fine del Muro, una occasione mancata


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU