LA MENTE DEGLI SBARCHI

"Gli immigrati li fa arrivare lui". La procura accusa un eritreo dell'invasione

L'uomo, additato dai magistrati di Palermo come l'organizzatore delle traversate dalla Libia alla Sicilia, era stato arrestato in Sudan e poi estradato in Italia. Ma per l'avvocato che lo difende non è lui il colpevole

Francesco Vozza
"Gli immigrati li fa arrivare lui". La procura accusa un eritreo dell'invasione

La procura di Palermo ha ufficialmente accusato un eritreo di essere la mente di tutte le tratte dei migranti che partono dall'Africa e giungono sino in Sicilia con i barconi. L'uomo era stato arrestato in Sudan per poi essere estradato in Italia il 7 giugno scorso. Al momento non sarebbe chiaro nemmeno il nome dello straniero: secondo il suo avvocato difensore, infatti, i magistrati starebbero confondendo questa persona con un'altra.


Questa strana difesa giudiziaria si basa sul fatto che l'accusato si chiamerebbe, in realtà, Medhanie Tesfamarian, un rifugiato politico che non avrebbe nulla a che fare con gli sbarchi degli immigrati. Una teoria, questa dello scambio di persona, che è respinta con forza dai magistrati, fermamente convinti, invece, che quello sia il "generale" che ha organizzato per anni l'invasione.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU