9 morti, bambini tra le vittime

Terrore a Monaco: l'assassino un 18enne tedesco-iraniano

Il sospetto è un giovane di doppia nazionalità che viveva a Monaco, ha riferito la polizia, che tuttavia al momento non può escludere del tutto la complicità di altre persone

Alfredo Lissoni
Terrore a Monaco: l'assassino un 18enne tedesco-iraniano

La sparatoria di ieri nel centro commerciale Olympia di Monaco di Baviera, che ha fatto nove morti, è stata opera di un singolo uomo, che dopo la strage si è ucciso. Il sospetto è un 18enne di doppia nazionalità tedesca e iraniana, che viveva a Monaco, ha riferito la polizia, che tuttavia al momento non può escludere del tutto la complicità di altre persone. Tra le vittime figurano anche dei bambini. Sedici persone sono rimaste ferite, tre sono in gravi condizioni. Le forze di sicurezza, che per alcune ore hanno dichiarato lo stato di emergenza in città, hanno perquisito la casa del killer. Gli inquirenti hanno raccolto numerosi elementi che, tuttavia, non hanno ancora permesso di chiarire il reale movente dell'omicida. Alle prime ore di oggi, riferisce la Bild, gli agenti hanno portato in caserma e interrogato anche il padre dell'attentatore.


Dopo l'attacco, il sistema di trasporto della capitale bavarese è stato sospeso e la stazione ferroviaria centrale evacuata. Il trasporto pubblico è stato poi riaperto diverse ore più tardi quando la polizia ha potuto dare un cauto "via libera". Migliaia di persone, bloccate dallo stato di emergenza e incapaci di tornare a casa, hanno trovato riparo presso residenti del quartiere, lo stesso dell'evento terroristico avvenuto durante le Olimpiadi estive del 1972, quando un commando palestinese irruppe negli alloggi destinati agli atleti israeliani del villaggio olimpico, uccidendo subito due atleti che avevano tentato di opporre resistenza e prendendo in ostaggio altri nove membri della squadra olimpica di Israele (un successivo tentativo di liberazione da parte della polizia tedesca portò alla morte di tutti gli atleti sequestrati, di cinque membri del commando e di un poliziotto tedesco).

La polizia ha subito descritto la sparatoria come "una situazione grave di terrorismo", anche se i funzionari bavaresi hanno più volte ribadito di non conoscerne il movente. Il capo di gabinetto della cancelliera Angela Merkel, Peter Altmaier, ha spiegato alla televisione nazionale di "non potere escludere che l'episodio sia collegato al terrorismo", ma che "non si può neppure conferemare con certezza". "Si stanno studiando tutte le ipotesi", ha aggiunto. La polizia ha esortato il pubblico a evitare speculazioni sui social media, mentre una riunione del gabinetto di sicurezza del governo si terrà oggi.

Il 18enne, inseguito da agenti in borghese, si è sparato con un colpo alla testa e il suo cadavere è stato trovato poco distante dal luogo della strage. La follia omicida del ragazzino è cominciata intorno alle 17:50 in un McDonald's all'interno del centro commerciale, ed è proseguita in strada. Nelle drammatiche ore successive è circolato un video diffuso su twitter che mostra un uomo vestito di nero sparare in strada con una pistola sulle persone in disperata fuga. In un altro video, girato da una persona dalla finestra di un palazzo adiacente, il giovane appare sul tetto del centro commerciale, ancora armato. L'autore del video lo apostrofa chiamandolo con l'equivalente tedesco di "stronzo" e l'attentatore urla "sono tedesco". Lo scambio avviene in dialetto bavarese.


Immediata la solidarietà internazionale, dal presidente USA Barack Obama che ha espresso "pieno sostegno" alla Germania al capo dello stato francese Francois Hollande reduce dall'attentato di Nizza. Messaggi di solidarietà anche dall'Unione europea, dal ministro degli Esteri britannico Boris Johnson e dall'Italia, dove il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha rivolto ad Angela Merkel il pensiero partecipe di tutto il Paese e il dolore per le persone decedute. "Ancora sangue in Europa. Italia reagisce con solidarietà e amicizia alla Germania, siamo vicini alle famiglie delle vittime", ha scritto invece su Twitter il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU