Per l'Onu è "crimine di guerra"

Caos in Libia: 14 persone torturate e uccise

La guerra civile continua: i cadaveri sono stati rinvenuti in una discarica, in una zona controllata dalle truppe fedeli al generale Khalifa Haftar che non riconoscono il governo di Tripoli

Marco Dozio
Caos in Libia: 14 persone torturate e uccise

La Libia resta un polveriera dove infuria la guerra civile. Stando a quanto ha riportato ieri il giornale Libya Herald, sarebbero stati rinvenuti 14 cadaveri in una discarica di Bengasi, in una zona controllata dalle forze del generale Khalifa Haftar. Le vittime sarebbero state torturate e uccise con un colpo alla testa. L’inviato Onu per la Libia Martin Kobler parlare di “crimine di guerra”: "Sono profondamente scioccato e turbato dall'esecuzione sommaria di diverse persone avvenuta a Bengasi. Questo è un crimine di guerra - ha scritto su Twitter - chiederò indagini immediate. I responsabili devono essere chiamati a rispondere davanti alla giustizia". Il generale Haftar è a capo dell'esercito libico che risponde al governo di Tobruk, in Cirenaica, e finora si è sempre rifiutato di riconoscere l'esecutivo guidato da Fayez al Sarraj, l’unico riconosciuto dalla comunità internazionale.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU