consulenze asl di roma

Raggi-PD: scazzi telematici

Non poteva essere altrimenti, vista la propensione dei pentastellati per la Rete. E così la querelle sull'avviso di garanza al sindaco 5Stelle di Roma finisce su tutti i social

Redazione
Raggi-PD: scazzi telematici

Foto ANSA

Sabato nero per il primo cittadino della Capitale. Il PD attacca Virginia Raggi a testa bassa, su twitter, e lo fa come ritorsione dopo che Beppe Grillo aveva postato "i primi 30 giorni di Virginia Raggi in Campidoglio". Il rimando è ad un post pubblicato venerdì dalla sindaca e presente anche sul blog di Grillo, in cui la Raggi rivendica le prime azioni intraprese in città: "Dall'insediamento a Palazzo Senatorio fino ai blitz al tmd di Rocca Cencia, passando per la pulizia straordinari avviata in città e i richiami ai vertici delle partecipate".


Diversi esponenti democratici, debitamente imbeccati, si scatenano a scrivere contro la sindaca di Roma, segno che il tam-tam è stato efficace. Alessia Morani, vice-presidente del gruppo dem alla Camera, scrive: "Le stelle sono 5, ma i pesi e le misure 2: silenzio omertoso su avviso garanzia a Raggi. Sarà espulsa? E su epurazione Pizzarotti?". Simile il messaggio di Ernesto Carbone: "Da garantisti ancora una volta tartufismo e contraddizioni grilline su avviso garanzia a Virgina Raggi". E Alessia Rotta aggiunge: "Silenzi imbarazzati e palla in tribuna su avviso garanzia a Raggi da Direttorio M5s. E ora che si fa? Epurata? Espulsa?". In tutti e tre i tweet, l'hashtag "omertà omertà" (anche qui, il riferimento è allo slogan "omertà" gridato dai grillini ai funerali di Casaleggio).


Modificato peraltro l'ultimo post Facebook di Virginia Raggi con cui il sindaco venerdì sera annunciava di aver chiarito "ogni aspetto" in Procura circa i suoi incarichi alla ASL di Civitavecchia, su cui è stata aperta un'indagine. Nella versione originaria pubblicata poco prima delle 22 la pentastellata scriveva in un passaggio: "Mentre il PD, da parte sua, cerca pretestuosamente di attaccarci su ogni fronte, noi continuiamo a lavorare per la città". La mattina dopo la versione del suo stesso post appariva cambiata: "Mentre qualcuno, da parte sua, cerca pretestuosamente di attaccarci su ogni fronte, noi continuiamo a lavorare per la città". In sostanza l'attacco finale al PD era scomparso.

In difesa del sindaco di Roma è sceso Luigi Di Maio. "Il presidente del Consiglio", ha scritto su Facebook il numero due del Movimento 5 Stelle, " non perde occasione di attaccare in maniera insensata Chiara Appendino ad ogni direzione PD, anziché affrontare il problema della disoccupazione e delle imprese in Italia. E ogni giorno incolpano Virginia Raggi di non aver già risolto, in un mese, i problemi di 20 anni di 'magna magna' romani". "I loro attacchi sono scomposti e incoerenti. È una vera e propria campagna di odio che, partiti e parte della stampa stanno fomentando contro Virginia e Chiara. Lo dimostrano i fatti: chi oggi ci attacca, anche per uno starnuto, stava in silenzio quando Buzzi e Carminati se magnavano Roma...", ha concluso Di Maio.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU