Invasione continua

Otranto, quarto sbarco a maggio: la media è di uno ogni settimana

24 clandestini afghani e iracheni, fra cui 7 minorenni, rintracciati questa mattina vicino a Porto Badisco, portati nel centro di accoglienza "Don Tonino Bello"

Alessio Colzani
Otranto, quarto sbarco a maggio: la media è di uno ogni settimana

Un traghetto carico di clandestini a Otranto. Foto ANSA

Prosegue senza sosta l'invasione di clandestini sulle coste salentine. Alle prime luci dell'alba di oggi altri 24 immigrati, sette dei quali minorenni, che si sono dichiarati di nazionalità irachena e afghana, sono stati individuati mentre percorrevano le strade interne che da Porto Badisco (marina di Otranto) portano fino a Minvervino di Lecce. Si presume quindi che l'approdo possa essere avvenuto a Badisco, una delle molte baie naturali scelte dagli scafisti per scaricare i passeggeri alla fine del viaggio, dopo averli prelevati il più delle volte su isole greche. Considerato il numero, si pensa che siano arrivati a bordo di un gommone oceanico, che poi ha preso il largo.

Il commissariato di polizia idruntino ha raccolto le segnalazioni sul gruppo che si stava muovendo a piedi nelle campagne che circondano la Città dei Martiri e i comuni vicini, inviando immediatamente alcune volanti per rintracciare i clandestini. Dopo il fermo, sono stati caricati su un pullman e trasferiti presso il centro di prima accoglienza "Don Tonino Bello" di Otranto. Quello odierno è già il quarto sbarco nel solo mese di maggio in provincia di Lecce, dopo quelli di Leuca del 4, di Tricase dell'11 e ancora di Tricase, del 17, tutti succedutisi a distanza di sei o sette giorni gli uni dagli altri: ciò potrebbe significare che c'è una regia con un calendario preciso dietro agli sbarchi.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Clandestini nelle aziende, arrivano le multe
Migranti: multa salata per datori lavoro

Clandestini nelle aziende, arrivano le multe

Bari, il B&B trasformato in bordello. Scattano le manette
Si prostituivano donne italiane e straniere

Bari, il B&B trasformato in bordello. Scattano le manette

Padova, "risorsa" nigeriana violenta donna e le strappa un dito
dobbiamo ancora adeguarci al loro "stile di vita"?

Padova, "risorsa" nigeriana violenta donna e le strappa un dito


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU