le stragi del comunismo

Cambogia: ergastolo per gli ultimi compagni di Pol Pot

Si stima che circa 1 milione e 700.000 persone siano morte per fame, malattie o esecuzioni durante il regime dei Khmer Rossi

Redazione
Cambogia: ergastolo per gli ultimi compagni di Pol Pot

L'alta Corte di Giustizia della Cambogia ha confermato l'ergastolo per i due più anziani leader del regime dei Khmer Rossi, respingendo l'appello contro la sentenza del 2014. La Corte ha sentenziato che la condanna di due anni fa, inflitta da un tribunale dell'Onu, era stata ''appropriata'', data la gravità dei crimini e il ruolo avuto dai due accusati, Khieu Samphan, l'85enne ex capo dello stato e Nuon Chea, il 90enne braccio destro dell'ultimo leader comunista del paese Pol Pot.


I due, condannati all'ergastolo per crimini contro l'umanità, hanno ascoltato impassibili il verdetto. Si stima che circa 1 milione e 700.000 persone siano morte per fame, malattie o esecuzioni durante il regime dei Khmer Rossi in Cambogia dal 1975 al 1979.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU