Iniziativa a Como

La Cgil va alla lotta... per i telefonini agli stranieri

Il sindacato pensionati ha allestito un punto di raccolta nei suoi uffici: "Ne stanno arrivando molti". La Lega: "L’ennesimo insulto ai comaschi in difficoltà"

Marco Dozio
Telefonini regalati ai presunti profughi

Un invito a donare telefonini ai presunti profughi di Como che ne siano sprovvisti. Alla campagna lanciata dall’associazione “Como senza frontiere” si sono uniti i pensionati dello Spi Cgil, che hanno allestito un punto di raccolta nei loro uffici di via Italia libera. “I cellulari servono per consentire ai migranti di restare in contatto con gli avvocati che stanno seguendo il loro iter per la richiesta d’asilo”, spiegano i sindacalisti a coloro che telefonano per chiedere chiarimenti.

Il volantino dell’iniziativa descrive con precisione i dettagli. I cellulari devono essere “completi di accessori e caricabatteria” e possibilmente dotati di ricariche telefoniche Lycamobile, le più utilizzate tra gli stranieri per comunicare però con l’estero, più che con i legali italiani. Il funzionario dello Spi conferma: “È la compagnia più usata dai migranti per quanto riguarda le chiamate fuori dall’Italia. Se lo ritiene può acquistarla nei negozi bazar gestiti da immigrati, oppure penseremo noi a fare una colletta per comprare la scheda”. Sostiene che la raccolta stia andando a gonfie vele e che c’è la disponibilità ad accettare anche telefonini di vecchia generazione, purchè perfettamente funzionanti e abbinati al relativo caricabatterie: “Abbiamo ricevuto molti cellulari, il riscontro ci soddisfa. Vanno bene anche cellulari non smartphone, li faremo poi controllare da un nostro tecnico”.

Nicola Molteni, deputato della Lega: “I sindacati si preoccupano di fornire cellulari a clandestini. L’iniziativa è semplicemente una vergogna che mi indigna. Uno scandalo, l’ennesimo insulto ai tanti comaschi in difficoltà, che faticano enormemente a mettere assieme il pranzo con la cena, che non arrivano alla fine del mese o che addirittura sono senza una casa e il sindacato si preoccupa di raccogliere cellulari per i finti profughi che affollano ormai Como e provincia. Il sindacato un tempo difendeva pensionati e disoccupati, oggi è il difensore degli immigrati con buona pace dei nostri cittadini. Ormai siamo al razzismo al contrario, i discriminati sono i comaschi. La Cgil si vergogni per questa iniziativa iniqua che porta con sè un profondo disvalore sociale”.


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU