va in scena il crozza-pensiero

Povera Boldrini, puntaspilli del malcontento...

Il comico genovese ci ha ammannito un panegirico pro presidenta, giustificandolo col fatto che, in una società sessista, Laura rappresenta potere e femminismo. Ma...

Alfredo Lissoni
Povera Boldrini, puntaspilli del malcontento...

Venerdì il poliedrico Crozza ci ha propinato l'elogio della Boldrini, a suo dire tanto odiata perché "donna, femminista, di potere e pro immigrati". Sul femminista, visto la facilità con cui indossa il velo quando incontra i musulmani avremmo da obiettare, e che sia obiettivo preferito degli haters per ciò che rappresenta è quantomeno discutibile. Perché se Laura Boldrini raccoglie così tanti insulti sui social (la qual cosa è deprecabile e condannabile, indubbiamente) non è per ciò che rappresenta (altri buonisti dicono cose analoghe, da cariche istituzionali più o meno importanti: Grasso, Renzi, Librandi, Alfano, Gentiloni, persino papa Francesco, ma non raccolgono in cambio una così grande mole di affronti) ma per come lo dice, con il tono arrogante di chi è in una posizione superiore e sa che gli altri possono solo subire.


Il marchese del Grillo diceva "io so' io e voi non siete un cazzo". Sfortunatamente per lei, anche la presidenta (altro elemento che fa girare i coglioni agli italiani, storpiare la grammatica in un'assurda chiave pseudo-femminista) sembra atteggiarsi allo stesso modo. Diciamo sembra. La voce querula poi non l'aiuta. Detto - con affetto - da uno che fa radio. E dunque? Semplice, non fa inferocire gli haters il fatto che parli quasi sempre e soltanto degli immigrati, come se non fosse interessata agli italiani, come se non fosse stipendiata dai contribuenti italiani, come se non lavorasse per lo Stato italiano, ma che pretenda che gli italiani "adottino lo stile di vita degli immigrati". Dopo averci detto che costoro sfuggono da fame e miseria.


Una frase sbagliata l'ha segnata a vita. Questo è lo stile di vita che dovremmo dunque adottare? Fame e miseria? In effetti, è il destino al quale ci hanno condannato gli ultimi quattro governi abusivi e imposti, che prima han massacrato i pensionati con la legge Fornero, poi distrutto il lavoro fisso con il Jobs Act ed infine ammazzato la sanità con i tagli della Lorenzin. Condannandoci tutti, dunque, non solo a fame e miseria, ma anche alla malattia (ma no problem, nel frattempo "bombiamo" i bambini di vaccini, va').


E quando l'italiano medio, che fatica non solo ad arrivare all'ultima settimana del mese, ma addirittura alla prima, vede che per gli immigrati - che non hanno versato un solo soldo per beneficiare di tutte quelle agevolazioni che paghiamo di tasca nostra con le tasse - ci sono case popolari, prestazioni sanitarie gratuite, buoni scuola e corsie preferenziali su tutto, è inevitabile che esploda il malcontento. Che "per fortuna", verrebbe da dire, si focalizza su un'unica icona e si riduce a un po' di insulti telematici (che non hanno mai fatto male a nessuno), anziché in una "caccia alle streghe" agli immigrati, come avvenne nella Germania nazista. La qual cosa sì sarebbe preoccupante e della quale si dovrebbero interessare Fiano e compagnia cantante, e non della vendita di qualche gadget nostalgico o di un innocuo saluto a braccio alzato...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Si aprono i porti ma si chiudono le piazze. Ok. È tutto bellissimo
Fd’I e Lega in piazza a Montecitorio: "Ladri di sovranità, ridateci l'Italia"

Si aprono i porti ma si chiudono le piazze. Ok. È tutto bellissimo

Rosica-Serracchiani: "Salvini in piazza al traino di Meloni"
pd infastidito dal successo di piazza del capitano

Rosica-Serracchiani: "Salvini in piazza al traino di Meloni"

Una poltrona per due...mila
governo mazinga, c'è posto per tutti

Una poltrona per due...mila


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU