S'è ROTTO IL GIOCHINO

Panama papers: c'è anche De Benedetti

L'Espresso si butta a pesce nella pubblicazione dei nomi e ci trova dentro anche il suo editore

Redazione
Panama papers: c'è anche De Benedetti

Foto ANSA

Brutta sorpresa per il settimanale L'Espresso, che aveva iniziato a rendere noti i nomi delle centinaia di italiani che, zitti zitti, si erano aperti un conto off-shore

Nel listato compare anche Rodolfo De Benedetti, figlio del loro editore Carlo e presidente del gruppo Cir, la holding che controlla sia L'Espresso che Repubblica.
Sembrava divertente atteggiarsi a moderni Savonarola, immacolati fustigatori degli altrui vizi; ed invece ecco che alla fine, a forza di incrociare i dati dell'immenso archivio dello studio legale Mossack Fonseca di Panama, che ha assistito migliaia di clienti in tutto il mondo nella creazione di società off-shore, i cronisti hanno avuto una brutta sorpresa.

Il diretto interessato si è difeso. "Il mio nome compare in quanto consigliere d'amministrazione. Da sempre dichiaro tutti i miei redditi e pago le tasse in Italia". Il suo nome appare nei carteggi perché "collegato alla McIntyre holding Ltd, di cui era amministratore ma non beneficiario economico, registrata nel 1995 da Mossack Fonseca alle isole Vergini britanniche. Una off-shore che non faceva parte del gruppo Cir e chiusa molti anni fa", ha scritto Il Giornale. Gestiva risparmi di famiglia la cui posizione con il fisco italiano fu alla fine regolarizzata dopo dodici anni, nel 2003, anno cui risalgono le dimissioni da amministratore di Rodolfo De Benedetti.

La divulgazione dei nomi presenti nei papers, organizzata da 190 giornalisti di 65 Paesi, è coordinata dall'International consortium of investigative journalist, un network che collabora alla denunzia della corruzione grazie alsupporto di informatici e legali. Il Consorzio è incaricato di girare, progressivamente, il contenuto delle carte alle testate che hanno aderito all'iniziativa, L'Espresso compreso. Evidentemente non sempre chi pubblica sa a priori cosa si può trovare, di volta in volta, in quelle carte.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU