altro che morta di overdose

Pamela? Scuoiata viva e poi uccisa. I risultati shock della seconda autopsia

Avvertenza: i contenuti di quest'articolo sono particolarmente "forti". Se ne sconsiglia la lettura ad un pubblico debole di stomaco

Redazione
Pamela? Scuoiata viva e poi uccisa. I risultati shock della seconda autopsia

"Sofferta asfissia per soffocamento", la dizione shock nel rapporto della seconda autopsia di Pamela Mastropietro, uccisa - e non morta per overdose, come vanno ripetendo gli ipocriti buonisti - da delle vere e proprie belve che han goduto nel farla soffrire, in quello che continua a prefigurarsi come un rito tribale di magia nera africana.

E questo è solo il primo dei raccapriccianti dettagli svelati da Il Tempo, il quotidiano romano che per primo ha dato la notizia (smentita da altre testate, specie se di sinistra, ma vera) del furto degli organi interni, informazioni raccolte evidentemente grazie a "entrature" nell'ambiente degli inquirenti. Abbiamo cercato invano di saperne di più dai colleghi romani, ma le bocche son cucite. Del resto, è comprensibile che su questa tragica storia Il Tempo abbia diritto di cronaca di prelazione.


Perché quello che sta uscendo è orripilante. In primo luogo, gli esami "inducono a ritenere superate le iniziali incertezze sulle cause della morte (omicidio o overdose), facendo propendere recisamente - spiega il gip - per l'ipotesi omicidiaria". La giovane sarebbe stata uccisa per asfissia, come dimostra la lingua "pinzata tra i denti". Dal collo manca della pelle, probabilmente - spiega il quotidiano romano - per nascondere i segni di uno strangolamento. Ci sono però anche le due coltellate al torace, inferte "quando la giovane era ancora a cuore battente". Il nuovo dettaglio è però la mancanza del 20% della pelle del corpo!

Mancano "ampi tratti di cute in zona vaginale e anale", l'ipotesi è che gli aguzzini abbiano voluto "celare un pregresso atto sessuale, cui si riconduce anche il rinvenimento di tracce di saliva su un capezzolo". 

Dopo la morte, gli assassini hanno fatto a pezzi il corpo con una mannaia (o un'ascia? Come è nei riti della mafia nigeriana?). "È emersa la presenza su un'ampia parte di cute di superficiali ferite da taglio parallele, ferite", si legge nell'ordinanza, "che il dottor Tombolini (primo medico legale a condurre l'autopsia, NdR) ha ritenuto inferte in vita, quasi a voler infliggere sofferenze alla vittima, mentre il dottor Cingolani (nominato in un secondo momento dalla Procura, NdR) ha ritenuto effettuate post mortem verosimilmente in relazione alle pratiche si sezionamento del cadavere".


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Arriva la banda del bonus vacanza: tutte risorse africane
alassio: immigrati picchiano e derubano

Arriva la banda del bonus vacanza: tutte risorse africane

Pavia: furto e ricettazione. Denunciate cinque "risorse"
menato il responsabile del magazzino sephora

Pavia: furto e ricettazione. Denunciate cinque "risorse"

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Immigrati in fuga: 22 rintracciati a Udine
12 si dichiarano minorenni

Immigrati in fuga: 22 rintracciati a Udine


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU