26 gennaio: anniversario della storica battaglia che segnò la fine della campagna di Russia

Nikolajewka 1943: per non dimenticare

Manifestazioni in molte città d’Italia (da Roma a Verbania) nel 76° anniversario della battaglia che costituì il 26 gennaio del 1943 uno degli scontri più importanti del tragico ripiegamento dalla Russia ma che consentì anche la salvezza di decine di migliaia di Soldati d’Italia. Doveroso in una società virtuale e senza memoria l’omaggio ai Caduti e la riconoscenza ai reduci

Giuseppe Brienza
Nikolajewka 1943: per non dimenticare

Manifesto commemorativo della battaglia di Nikolajewka, combattuta dagli Alpini sul fronte russo (26 gennaio 1943))

Il 26 gennaio del 1943 gli Alpini combatterono sul fronte russo quella che è passata alla storia come la battaglia di Nikolajewka. Gelo, freddo, condizioni proibitive furono affrontate da ragazzi armati solo di coraggio e dell’ideale di Patria e di Civiltà che avevano da difendere, decisi a sfondare l’accerchiamento dell’esercito comunista nemico per cercare una via di salvezza.

Questo fine settimana in molte città d’Italia si terranno manifestazioni civili e religiose per ricordarne il 76° anniversario. Fra le numerose iniziative ne ricordiamo per brevità solo due. Cominciando da Roma dove, domenica 27 gennaio, a partire dalle ore 10.15, la XIX edizione della Manifestazione “Nikolajewka – per non dimenticare, si terrà come di consueto in via Cassia 739-749 (Tomba di Nerone) all’altezza del civico 737, nel Giardino dedicato ai Caduti italiani dove si erge il Monumento Nazionale. Il programma prevede la sfilata di Reparti storici, di Forze Armate e di Associazioni d’Arma, Messa al Campo, cori e Fanfara dei Bersaglieri.

Sempre domenica mattina, a Verbania Intra (frazione del Comune di Verbania) la cerimonia di commemorazione di tutti i Caduti e Dispersi nella Campagna di Russia 1941-1943, vedrà la partecipazione del Coro Mottarossa e della Fanfara locale con la Messa solenne celebrata presso la Chiesa di Maria Ausiliatrice (San Luigi) in corso Cairoli 43 alle ore 9.30. Corteo a seguire alla Caserma Simonetta (ore 10.30).

L’invito a queste e ad altre manifestazioni analoghe del prossimo 26-27 gennaio, è di partecipare o almeno darne la più ampia divulgazione, al fine di onorare ancora chi è morto per la Patria e per la difesa delle nostre libertà. Senza memoria, infatti, non c'è cultura e, senza cultura, non ci può essere né identità né futuro.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Remedello, quei dieci anni di buon governo... a guida Lega
il candidato simone ferrari fa il punto

Remedello, quei dieci anni di buon governo... a guida Lega

Quelli di Radio Radicale sono privilegiati
Radicali e radical chic… a spese pubbliche!

Quelli di Radio Radicale sono privilegiati

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"
la "teologia sbagliata" di bergoglio

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU