odor di mafia

Scomparsa dei Maiorana, spunta l'ombra di Ciancimino

L'imprenditore ed il figlio sparirono nel nulla nove anni fa; le Fiamme Gialle sequestrano ben per 15 milioni ad Alamia

Redazione
Scomparsa dei Maiorana, spunta l'ombra di Ciancimino

Foto ANSA

Uno dei fili delle indagini culminate nel sequestro ieri del patrimonio di 15 milioni di euro all'immobiliarista Francesco Paolo Alamia, mai condannato per mafia, ma ritenuto in affari con Vito Ciancimino e Totò Riina, portano all'imprenditore Antonio Maiorana, scomparso con il figlio Stefano nove anni fa. Emergono in questo procedimento, "le dichiarazioni rese nuovamente da Massimo Ciancimino e da Francesco Campanella", spiega la Guardia di finanza che ha proceduto al sequestro dei beni del costruttore di Palermo, compresi cento immobili, "raccolte nell'ambito delle indagini relative alla scomparsa dell'imprenditore Antonio Maiorana e di suo figlio, avvenuta nell'agosto del 2007".


All'indomani della scomparsa, infatti, "l'attenzione degli investigatori si è incentrata sull'attività svolta da Maiorana, ed è emerso come questi fosse interessato alle iniziative edilizie portate avanti da Alamia con l'appoggio di Ciancimino". Evidenze comunque utili a inquadrare un contesto e una pista di lettura della vicenda. Nel marzo scorso, la necessità di svolgere accertamenti "irripetibili", alla ricerca di eventuali tracce di Dna su alcuni reperti, aveva indotto i pm di Palermo a indagare due persone per la sparizione e successiva eliminazione dei Maiorana. I due scomparvero da Isola delle Femmine, nell'hinterland del capoluogo siciliano, il 2 agosto 2007: inutili le ricerche, partite dal ritrovamento di una Smart di proprietà del padre, imprenditore edile, al parcheggio dell'aeroporto.


Nel gennaio, dopo una serie di scavi e di ricerche, furono trovati una scarpa e un sacco macchiato di tracce rosse, che potrebbero essere sangue. I reperti furono individuati sotto la ghiaia che si usa per fabbricare il calcestruzzo. Ai carabinieri del Ris di Messina il compito di verificare la presenza di eventuali tracce biologiche. A mettere gli investigatori su questa pista, dopo le numerose, vane ricerche, è stato un informatore.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Vogliamo fare i poliziotti"
Parla Massimiliano Pirola, esponente del SAP di Milano

Tutele zero per noi poliziotti

Si finge medico, abusa di una donna
a PORTO SANT'ELPIDIO nelle marche

Si finge medico, abusa di una donna

Milano: senzatetto tra paura e gelo
Milano: senzatetto sempre più a rischio aggressioni in balia di notti gelide

Senzatetto: "Dormitori sporchi, meglio la strada anche se abbiamo paura"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU