incriminato per l'omicidio Cantarella

L'assassino di Catania era il factotum romeno. Nascondeva in casa abiti insanguinati

Nell'abitazione dell'uomo i carabinieri hanno rinvenuto panni sporchi di sangue, duemilacinquecento euro e il bancoposta rubato all'anziana che accudiva

Fabio Cantarella
L'assassino di  Catania era il factotum romeno. Nascondeva in casa abiti insanguinati

L'abitazione di Angela Cantarella, una donna di 76 anni, uccisa a Aci Bonaccorsi, nel Catanese. Foto ANSA

È stato rinchiuso nel carcere catanese di piazza Lanza il romeno di 26 anni, Florin Cardos, accusato dalla Procura della Repubblica di Catania di aver ucciso un'anziana donna nella sua abitazione. È ancora un romeno, quindi, a distinguersi negativamente nei fatti che hanno colorato di sangue questi ultimi giorni di giugno, caratterizzati da orribili violenze fisiche sui più deboli e auto condotte in modo folle, contromano, con disprezzo della vita umana.

Secondo le prime ricostruzioni operate dagli inquirenti la molla della furia omicida sarebbe scattata allorché Angelina Cantarella, 76enne, avrebbe accusato il romeno, collaboratore domestico della famiglia, di aver rubato attrezzi da lavoro e oggetti vari dalle sue proprietà. Questo il motivo per cui Cardos, smascherato dalla donna di cui avrebbe dovuto prendersi cura, l'ha afferrata facendole sbattere la testa più volte su un gradino di pietra lavica situato all'ingresso di un pollaio.

A rivelare la dinamica è stato lo stesso assassino nel corso di un interrogatorio fiume curato dai carabinieri di Viagrande dopo il fermo ordinato dalla Procura della Repubblica di Catania. Nell'abitazione del romeno i carabinieri hanno rinvenuto dei panni sporchi di sangue riposti all'interno dei una bacinella, circa duemilacinquecento euro e il bancoposta rubati alla 76enne. Adesso il romeno dovrà difendersi dalle accuse di omicidio pluriaggravato e furto in abitazione.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione rubando la democrazia ai cittadini
"si sta rubando la democrazia ai cittadini "

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU