100.000 italiani perseguitati

Il Fisco oppressivo di Renzi: vuole altri soldi dalle dichiarazioni del 2012

L’Agenzia delle entrate si prepara a mandare 100.000 avvisi per presunti errori risalenti a 4 anni fa. La mannaia renziana si abbatte su aziende, persone fisiche e partite Iva

Marco Dozio
Il Fisco oppressivo di Renzi: vuole altri soldi dalle dichiarazioni del 2012

Foto ANSA

Il Fisco italiano e renziano resta oppressivo e persecutorio. L’Agenzia delle entrate si prepara a mandare 100.000 avvisi per presunti errori nelle dichiarazioni dei redditi del 2012. Quattro anni dopo la mannaia si abbatte su persone, aziende e partite Iva, con la prospettiva di dover pagare sanzioni salate. O di entrare nell’incubo delle “trattative” in cui sappiamo già chi vince e chi perde. Secondo quanto riporta Repubblica, le lettere saranno inviate via Pec e poi starà al cittadino vessato capire da che parte sta la ragione. Se il contribuente ritiene di essere in regola, nonostante l’avviso, dovrà mettersi in contatto con l’Agenzia e spiegare la propria situazione per scongiurare un accertamento.


Il Fisco renziano, guidato dalla renzianissima Rossella Orlandi, doveva cambiare passo e segnare una svolta nei rapporti con i cittadini. E invece si propone di perseguitarli per una dichiarazione vecchia di 4 anni, con le metolodogie e la filosofia vessatoria di sempre. Sono cambiate le parole: l’Agenzia sostiene di aver inaugurato una nuova stagione all’insegna del “dialogo”, della “trasparenza”, della “collaborazione con i cittadini”. Cambia la forma appunto, si adegua alla narrazione renziana. Ma la sostanza è sempre quella: un sistema ottuso, oppressivo e vorace.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Senato russo: "Ora è possibile l'Italexit"
Pushkov sul voto referendaRIO

Senatore russo: "Ora è possibile l'Italexit"

Vittoria del No: non crollano le borse
le bugie PD hanno le gambe corte

Vince il NO ma... non crollano le borse


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU