psicologia dell'individuo

Gemelli: una coppia totalmente unica

La psiche condivisa nello specchio dell'identità e nell'alterità del carattere

Stefania Genovese
Gemelli: una coppia totalmente unica

Recentemente su un noto canale televisivo è stato raccontato il caso delle gemelle siamesi Tatiana e Krista Hogan, unite cerebralmente; le bambine che, data la complessa simbiosi fisica che le contraddistingue, non sono state ancora separate, dal momento che l'operazione comporterebbe eccessivi rischi per la loro incolumità. È singolare, comunque, che pur essendo una unità, è come se fossero due persone diverse nello stesso tempo; perchè condividono esperienze parallele ma nulla di quello che sperimentano confonde le loro coscienze.


Hanno gusti diversi, personalità distinte e nel contempo se una delle due beve, anche l'altra si disseta; se Krista guarda un cartone anche Tatiana, pur non riuscendolo a vedere, sorride divertita. Insomma riescono a condividere pensieri ed emozioni contemporaneamente, attraverso una connessione che trascende la loro atipica fisionomia e simbiotica morfologia. I gemelli siamesi dunque, sono casi  abbastanza rari ed anche molto particolari ma come si relazionanotra loro i comuni gemelli?


Talvolta, durante talune gestazioni, sarebbe stato comprovato scientificamente, anche il fenomeno del "gemello evanescente"; ossia all'inizio l'ecografia rileva due embrioni e successivamente ce ne sono due e all'esame successivo, uno è scomparso. Questo potrebbe essere assolutamente fisiologico, perchè il gemello viene riassorbito nella placenta dell'altro e tracce molto tenui se possono ancora trovare nel DNA. Secondo il parere del professor Paolo Parisi, i gemelli sono studiati dalla medicina perchè non si saprebbe ancora molto su di loro, a parte la nascita dei dizigoti, detti fraterni, che condividono in media il 50% del patrimonio genetico, che crescono nel proprio ambiente prenatale sono simili e dal punto di vista psicologico, hanno molte affinità.


Nei gemelli monozigoti invece si svilupperebbe già nel grembo materno, una sorta di schermo mentale contro lo "stress di civiltà" ed anche la stessa casualità mutuata da errori di programmazione unita all'istinto di sopravvivenza, potrebbe essere determinante per il loro sviluppo. Infatti, come dice Parisi: "I gemelli rappresentano un sistema sperimentale che la natura stessa ci mette a disposizione. E sono tuttora una miniera di informazioni sia geneticamente che fisiologicamente". La psicologa dott.ssa Liana Valente Torre, nel suo libro Una coppia talmente unica, ne esamina le peculiarità e i caratteri precipui tali da parlare di una relazione intensa, speciale, unica ed anche chiusa in se stessa, tramite la la quale i gemelli si interfacciano sin dai primi battiti del loro cuore, con esclusivi metasegnali comunicativi attraverso una sorta di empatia che li consente di creare una solidarietà ed una percezione della realtà unica ed ambivalente.


La madre inoltre giuoca un ruolo fondamentale nel loro sviluppo cognitivo-emotivo; qualora accudisca i due fratelli come una entità unica e ne accentui le somiglianze più che le differenze attraverso l'abbigliamento ed altro, mentre la stessa società enfatizza questo atteggiamento, questo potrebbe ingenerare in essi la difficoltà nel costruirsi una identità propria.


Sin dai primi anni di vita è necessario infatti supportare la fase dal distacco materno e quello dal proprio gemello, per evitare problemi di angoscia ed incentivare la possibilità di altri legami affettivi. Crearsi una una personalità indipendente è molto faticoso per i gemelli, e più passa il tempo più è difficile; attraverso il loro linguaggio segreto detto "criptofasico", si evidenzia quanto la loro unità sia appagante ed empatica vicendevolmente.


Uno si appoggia all'altro, e solo dopo la prima scolarizzazione, la loro capacità di comunicazione rende i gemelli disponibili a farsi capire più precocemente e meglio dei singoli. Possono capitare inoltre durante l'elaborazione della separazione alcune fasi critiche che rendono i gemelli consci che la loro funzione è funzionale solo in una determinato stadio di vita, affinchè possano prendere coscienza di quanto sia fondamentale mantenere una sensibilità comune ma costruire una identità precipua.


Proprio durante l'adolescenza dunque avvengono liti e disaccordi intensi, ed in questi casi la coppia gemellare è "eccessiva" nel senso che è satura delle caratteristiche di tutte le coppie, sia naturali che elettive, e così possono presentarsi comportamenti estremi ed impetuosi che sfociano nella continua competitività. Molte tensioni tra gemelli si manifestano per la gestione dei ruoli "attivo" o "passivo", "dominante" o "dominato", e hanno la funzione positiva di porli continuamente in discussione consentendone la rotazione; in tal modo viene scongiurato il rischio che i ruoli si cristallizzino  impedendo lo sviluppo armonico delle personalità. Il livello estremo di manifestazione dell'aggressività per la competitività dell'amore materno, per la soddisfazione di bisogni contemporaneamente insorti e per la gestione dei ruoli, potrebbe essere rinforzato da quello che è un aspetto positivo della singolare vita di coppia gemellare; la comunicazione totale.


Ciascuno dei due gemelli, come in uno specchio, rimanderebbe all'altro, senza veli, tutto l'odio, il vissuto ostile, che nel gioco degli specchi si moltiplica ed acquisisce una profondità senza fine. I gemelli dunque risultano ancora oggi una fonte di interesse e di studio per la psicologia dell'individuo, date le svariate modalità di interazione e relazione che vengono a rielaborasi vicendevolmente.

 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Gemelli: una coppia totalmente unica
psicologia dell'individuo

Gemelli: una coppia totalmente unica

A Milano, dove comanda la Lega c'è la lotta alle moschee abusive
Lotta al fanatismo islamico

La Lega milanese contro le moschee abusive


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU