volere è potere

Sindaco PD del lodigiano: "Se arrivano i profughi mi dimetto"

Brembio, comune della Bassa di 2.673 abitanti. Il Prefetto voleva riempirlo di clandestini, ma il sindaco di sinistra ha detto no. E ne ha accolti solo una decina

Redazione
Sindaco PD del lodigiano: "Se arrivano i profughi mi dimetto"

Foto ANSA

"Dimissioni se arriveranno a Brembio più di 10 profughi". Si era detto pronto ad alzare un muro, il sindaco del paesino della Bassa quando, l'anno scorso, la prefettura di Lodi gli aveva comunicato la decisione di "inviare a Brembio un numero elevato di migranti". "Disponibili invece alla collaborazione su piccoli numeri", aveva detto il primo cittadino Giancarlo Rando, sostenuto dalla maggioranza comunale, espressione di una lista civica appoggiata dal PD, ma anche dai capigruppo della minoranza. E di profughi, così, ne sono arrivati pochi.


Anche quando è stata ventilata l'idea di alloggiare i clandestini, due gruppi familiari ed alcuni giovani, in via Montegrappa nelle case invendute. Nessun sequestro di abitazioni, per carità, come invece ha chiesto più volte la sinistra estrema milanese, nel capoluogo lombardo. Nel lodigiano a farsi avanti è stato un privato che, in accordo con la Prefettura, ha messo a disposizione alloggi nuovi invenduti, certamente non gratis.


Sindaco e consiglieri comunali hanno accettato di buon grado la soluzione, ribadendo però la loro ferma intenzione di "alzare le barricate e addirittura di dimettersi in caso di arrivi elevati". Il che significa che volere è potere: se un sindaco pesta i pugni sul tavolo, può spuntarla.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Era tutto vero: Macron ci scarica i clandestini
incastrati dalle foto, ora confessano

Era tutto vero: Macron ci scarica i clandestini

Juncker ce le rompe ancora: "Non favoriremo l'Italia"
"sarebbe inaccettabile per gli altri paesi"

Juncker ce le rompe ancora: "Non favoriremo l'Italia"

Ce le siamo rotte della Ue!
italexit? il 66% degli italiani dice sì

Ce le siamo rotte della Ue!

Salvini: "I furbetti non possono vivere a spese degli altri"
Solidarietà da parte del Ministro dell'Interno

Salvini: "I furbetti non possono vivere a spese degli altri"

Salvini: "Le lobbies di Bruxelles ci ostacolano"
atto d'accusa contro i poteri forti

Salvini: "Le lobbies di Bruxelles ci ostacolano"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU