DATI SHOCK IN SARDEGNA

Abusivismo, nell'Isola in fumo quasi tre miliardi di euro

Danni al 66% delle imprese oneste. A rivelarlo è la Confcommercio in occasione della Giornata nazionale contro il sommerso e la contraffazione "Legalità, mi piace!"

Fabio Cantarella
Abusivismo, nell'Isola in fumo quasi tre miliardi di euro

Foto ANSA

Il fatturato dell'abusivismo nelle attività commerciali, turistiche e dei servizi - esclusa l'evasione fiscale - è stimabile in Sardegna tra i 2,8 e i 4,3 miliardi di euro. Lo rileva la Confcommercio nella Giornata nazionale contro il sommerso e la contraffazione "Legalità, mi piace!". Circoli privati che svolgono attività di pubblico esercizio, sagre e quant'altro con attività di vendita non sempre regolare, eccessi di alcuni agriturismo, proliferazione di strutture ricettive abusive e commercio illegale di abbigliamento ed accessori: sono solo alcuni degli esempi nell'Isola, a cui si aggiungono casi di panificazione e macellazione clandestina, di intermediazione immobiliare non autorizzata e di contrassegni assicurativi falsi.

Secondo Confcommercio, il 66% delle imprese è danneggiato dall'acquisto illegale e i settori più colpiti sono quelli dell'abbigliamento, delle calzature e dei prodotti alimentari. Sale invece al 68% la percentuale dei commercianti al dettaglio che dichiarano di aver subito episodi di taccheggio, soprattutto ad opera di donne di età compresa tra i 35 e i 64 anni, spesso madri di famiglia, ma sono in aumenta anche le segnalazioni di furti di merce da parte di extracomunitari (12,4%).

Per il presidente regionale dell'associazione, Alberto Bertolotti, "questi fenomeni impattano pesantemente sul sistema economico-sociale determinando la chiusura di imprese oneste e la perdita di posti di lavoro. Sono pratiche che colpiscono la tutela dei consumatori, la salute e la sicurezza pubblica, causando un danno d'immagine all'intero Paese".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La Boldrini ci taglia Internet
ma la rete non era sinonimo di libertà?

La Boldrini ci taglia Internet

Martina, un uomo per tutte le stagioni
il carisma del materassaio

Martina, un uomo per tutte le stagioni

Mafia: Totò Riina è in fin di vita
il capo dei capi in coma

Mafia: Totò Riina è in fin di vita

È morto Totò Riina
Era in coma dopo due interventi chirurgici

È morto Totò Riina

Ostia, Spada in carcere di massima sicurezza
aveva aggredito a testate un giornalista

Ostia, Spada in carcere di massima sicurezza


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU