sedute a porte chiuse

Si riunisce a Pechino il Partito comunista cinese: 200 delegati, 4 giorni di lavoro

L'organo decisionale più potente del mondo getterà le basi della transizione di potere in vista del congresso di partito del 2017. Parola d'ordine, la lotta alla corruzione

Alfredo Lissoni
Si riunisce a Pechino il Partico comunista cinese: 200 delegati, 4 giorni di lavoro

Il Partito comunista cinese riunisce il suo sesto plenum del Comitato centrale: quattro giorni di lavori blindatissimi, a partire da lunedì, che vedranno i circa 200 componenti dell'organo decisionale più ampio del Pcc gettare le basi della transizione di potere in vista del 19/mo congresso del partito del 2017, tra l'avanzata delle nuove leve e della "sesta generazione", possibili ricambi più o meno immediati e, cosa molto insidiosa, l'ipotesi di innalzare l'età "tacita" pensionabile per le cariche operative.

Di ufficiale, quanto all'ordine dei lavori, ci sono due documenti in discussione, di cui uno anticipato dal quotidiano filogovernativo Global Times sulla lotta alla corruzione, tema molto caro al presidente Xi che del Pcc è segretario generale. Il plenum, in altri termini, "istituzionalizzerà la lotta alla corruzione" grazie a strategie contro la resistenza passiva dei funzionari che si oppongono alla campagna.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita
carpi, Vittima 19enne per bottino da 100 euro

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Immigrati, chi ci campa?
accoglienza e bastonate

Immigrati, chi ci campa?

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU