catania: smantellato racket della prostituzione

Le terrorizzavano con riti vudù. Arrestati 15 "protettori" nigeriani

Gli sfruttatori reclutavano in Nigeria giovani donne che venivano trasferite dapprima in Libia, quindi portate in Italia e vendute sessualmente per strada

Redazione
Le terrorizzavano con riti vudù. Arrestati 15 papponi nigeriani

Quindici nigeriani ritenuti responsabili di una tratta di esseri umani sono stati arrestati fra domenica 23 e lunedì 24 in varie zone d'Italia dalla polizia di Catania. Sono accusati di associazione per delinquere finalizzata alla tratta di persone ai danni di giovanissime donne di nazionalità nigeriana, del delitto di tratta di esseri umani, con l'aggravante della transnazionalità. I quindici arrestati avrebbero reclutato, introdotto, trasportato e ospitato in Italia, le giovani per costringerle a prostituirsi e sono anche accusati del reato di sfruttamento della prostituzione.


Le indagini condotte dalla Squadra Mobile di Catania hanno evidenziato l'esistenza di più organizzazioni criminali, con basi operative in Nigeria, in Libia, nella città di Catania, in Campania ed in altre città del Nord Italia, che reclutavano in Nigeria giovani donne le quali, dopo essere state sottoposte a rito "vudù" ed avere contratto un debito, venivano trasferite dapprima in Libia, quindi condotte a bordo di imbarcazioni in Italia.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU