L'opportunità di voltare pagina

Sicilia, Salviniani in campo: "Basta clientele, autonomia sana al servizio dei siciliani"

Fabrizio Trifilò, coordinatore NcS a Messina: "Noi siamo garanzia di innovazione, la classe politica siciliana si è accontentata dei finanziamenti a pioggia, attraverso i quali alimentare le clientele finalizzate alla rielezione di questo o quel deputato"

Marco Dozio
Sicilia, Salviniani in campo: "Basta clientele, autonomia sana al servizio dei siciliani"

Applicare in Sicilia il modello del buongoverno leghista di Lombardia e Veneto. Voltare pagina rispetto al malgoverno cronico, agli sprechi, alle inefficienze e alle ruberie per attuare un’autonomia sana e virtuosa, in un territorio la cui vocazione all’autogoverno è endemica e riconosciuta dallo Stato fin dal dopoguerra. “I candidati di Noi con Salvini sono la vera garanzia di innovazione e di discontinuità col passato, anche rispetto agli errori commessi dal centrodestra”, spiega al Populista Fabrizio Trifilò, coordinatore NcS a Messina, quando mancano pochi giorni dall’arrivo sull’isola del “capitano” leghista, pronto a spendersi per la candidatura di Nello Musumeci alle regionali del 5 novembre.

La grande novità del panorama siciliano consiste proprio nel movimento salviniano, che fa la sua comparsa sulla scena sparigliando le carte e annunciando una cesura rispetto a un certo modo (clientelare) di fare politica. Per Trifilò, per esempio, il referendum lombardo-veneto e la conseguente richiesta di autogoverno delle regioni del Nord, non confligge in alcun modo con gli interessi del popolo siciliano. Anzi, è lo sprone a raddrizzare le storture del sistema. “In Sicilia siamo oltre il referendum di Lombardia e Veneto. Qui abbiamo lo statuto speciale dal dopoguerra, il problema è che è stato applicato in maniera malata. Il concetto di autogoverno va rafforzato anche in Sicilia: non per conservare quei privilegi che un uso distorto dell’autonomia ha garantito alla classe dirigente siciliana, ma per assicurare, al contrario, privilegi al popolo siciliano. L’autonomia finora è servita per regalare ai deputati siciliani benefit addirittura superiori a quelli dei deputati nazionali, per non parlare degli stipendi immotivatamente alti di molti dirigenti e dipendenti regionali”.

L’obiettivo è condizionare l’esecutivo dell’isola per poi allacciare un proficuo rapporto con un eventuale futuro governo nazionale a trazione leghista: “Con Salvini al governo ci sarà l’opportunità di cambiare rotta per davvero, trovando una sponda utile ad concretizzare un’autonomia sana e moderna a favore dei siciliani. Occorre attuare lo statuto speciale rimasto inattuato nei suoi punti essenziali, c’è grande aspettativa da questo punto di vista".

L’esponente salviniano riporta alcuni esempi circa l’inerzia del ceto politico locale, a partire della questione energica: “La regione non è mai stata in grado di rivendicare condizioni di vantaggio per gli idrocarburi lavorati sull’isola, nonostante le raffinerie abbiano avuto un impatto devastate sul territorio. Potrei poi parlare delle sezioni distaccate della corte di cassazione e della corte costituzionale, previste eppure mai istituite. La verità è che la classe politica siciliana si è accontentata dei finanziamenti a pioggia, attraverso i quali alimentare le clientele finalizzate alla rielezione di questo o quel deputato”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

I seguaci del demonio? Sono fra noi
nuovo ordine mondiale - 4

I seguaci del demonio? Sono fra noi

Progetto covid: "Sterminate il mondo"
nuovo ordine mondiale - 3

Progetto covid: "Sterminate il mondo"

Gli immigrati sbarcano a Olbia. La protesta della Lega
è arrivato un bastimento carico di...

Gli immigrati sbarcano a Olbia. La protesta della Lega


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU