arrestato telepredicatore islamico a brescia

In tv predicava la pace, poi tornava a casa e gonfiava di botte la moglie

La leghista Ceruti: “Se le accuse verranno confermate, una volta di più ci troveremo di fronte al fallimento del modello di integrazione della Sinistra, che si illude che chi viene a casa nostra possa integrarsi seguendo le proprie regole e non le nostre”

Redazione
In tv predicava la pace, poi tornava a casa e gonfiava di botte la moglie

Foto generica

Durante le prediche in tv (rigorosamente in arabo) era pacato e gentile. Ma il telepredicatore e riferimento di una comunità musulmana una volta tornato a casa pare che picchiasse la moglie. La Squadra mobile della questura di Brescia ha
arrestato un uomo sudanese di 46 anni, Abu Ammar al-Sudani, con accuse di maltrattamenti e lesioni ai danni della moglie. Secondo la questura da diversi anni sarebbe stata vittima di violenze fisiche e verbali. 

“È proprio il caso di dire che "chi predica bene razzola male". Come il telepredicatore sudanese 46enne, residente nel bresciano ed arrestato oggi dalla polizia perché, terminati i suoi sermoni rigorosamente in arabo tornava a casa dalla moglie e la percuoteva. I motivi, i più futili: l'acquisto di biancheria o di altri beni. Parrebbe che il predicatore abbia picchiato la moglie anche in stato di gravidanza, umiliandola in continuazione. Tra gli episodi anche lo svuotamento di spazzatura addosso alla donna".

"La coppia ha tre figli che insieme alla madre risultano collocati in idonea struttura. Persone simili meritano di essere perseguite dalla legge con il massimo della pena e messe in condizione di non reiterare reati di questa gravità. Un plauso agli uomini della Questura di Brescia che hanno smascherato questo predicatore”. Così il consigliere regionale bresciano Francesca Ceruti, leghista. “Se le accuse verranno confermate, una volta di più ci troveremo di fronte al fallimento del modello di integrazione della Sinistra, che si illude che chi viene a casa nostra possa integrarsi seguendo le proprie regole e non le nostre”, conclude Ceruti.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Mes, già raccolte centomila firme. Contro
centinaia di gazebo in lombardia

Mes, già raccolte centomila firme. Contro

Richiedente asilo rapisce e stupra donna nel Padovano
calderoli: "ma perchè li ospitiamo?"

Richiedente asilo rapisce e stupra donna nel Padovano

Stuprata per dieci giorni dalla "risorsa". La Lega promette battaglia
grimoldi: "presenterò un'interrogazione parlamentare"

Stuprata per dieci giorni dalla "risorsa". La Lega promette battaglia

Accoltellato al mercatino di Natale a Bolzano, è grave
tunisino ferito nell'area dello spaccio

Accoltellato al mercatino di Natale a Bolzano, è grave

Minaccia la ex fidanzata, arrestata "risorsa" a Udine
disposta la custodia cautelare in carcere

Minaccia la ex fidanzata, arrestata "risorsa" a Udine


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU