dario a 5 stelle

Anche Fo contro Renzi. "La sua riforma? Una catastrofe"

In videoconferenza a Palermo il comico e premio Nobel spara a zero sul Premier e su Giorgio Napolitano. Ed accusa il Governo: "Bugiardi patentati"

Alfredo Lissoni
Anche Fo contro Renzi. "La sua riforma? Una catastrofe"

Foto ANSA

"Questa non è una riformina, ma una catastrofe che stravolge la carta del '48". "Diciamo la verità, i nostri governati sono dei bugiardi patentati, propongono programmi, soluzioni che il giorno dopo sfacciatamente smentiscono, creano tamarindi indecenti, salvano banche con soldi di poveri cristi bidonati". Così il premio Nobel Dario Fo, intervenuto sabato in videocollegamento con la kermesse grillina Italia 5 Stelle di Palermo, arriva buon ultimo a riconoscere la bontà di quanto i populisti dicono da tempo. Meglio tardi che mai, per carità, ma se si fosse svegliato prima, sia su Renzi che sull'Italicum, non sarebbe stato male. Pazienza.


Quello che Beppe Grillo nei suoi spettacoli definiva (strizzandogli l'occhio), un "comunista", nel senso di compagno vecchio stile, e che ogni giorno che passa è sempre più vicino ai grillini (nel 2013 fu sul palco di Genova assieme a Grillo, scatenando le ire del vignettista Vauro che gli scrisse una lettera aperta: "Compagno, scendi da quel palco"), non ha peli sulla lingua e ne dice di tutti i colori contro il Premier ed il suo Governo. Per Fo, "i governanti dimostrano un senso del comico esilarante. Ci assicurano che l'italicum non fa primavera", "ci dicono all'improviso che se ne può riparlare". Ma sì, andiamo, nulla al mondo è definitivo".


Che Fo non ami Renzi è cosa nota. L'anno scorso, a margine della presentazione di Callas, l'ultimo spettacolo scritto con Franca Rame, del Premier disse: "Un uomo senza cultura manca sempre di stile ed è il caso di Matteo Renzi". Ed esattamente un mese fa era tornato alla carica dicendo: "Renzi? È come un re senza più un popolo e cambia posizione su tutto”.

Ma a Palermo il comico ne ha avute anche per il Governo Berlusconi (poteva mancare, nel repertorio di Fo?). "L'Italicum viene alla luce perché la Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale il sistema precedente, il porcellum. In questo clima ci siamo pappati per 3 legislature un Parlamento di nominati". "Tutto ciò altera i principi di rappresentanza di libertà del voto traducendosi in un atto illegale", ha detto.

Poi Fo ha lanciato una stoccata al presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, che recentemente si è espresso a favore del sì al referendum. "Napolitano", ha detto Fo, "stai ancora con in mano il bastone. E questo bastone lo sbatti di qua e di là. Per favore, stattene là". Ed anche Re Giorgio è servito.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU